Juve-Atletico, Dybala e l'esultanza col saluto militare: "Solo uno scherzo con Demiral"

Champions League

L'argentino ha spiegato la sua particolare doppia esultanza dopo il gol: "La prima era un gesto d'amore nei confronti della mia fidanzata. La seconda uno scherzo con Demiral, nessun messaggio in quel saluto militare"

Un’altra serata da incorniciare per Paulo Dybala. L’attaccante argentino conferma il suo momento magico realizzando un gol meraviglioso su calcio di punizione allo scadere del primo tempo, una rete che ha regalato alla Juventus il successo per 1-0 contro l’Atletico Madrid e la certezza del primo posto nel girone con una giornata d’anticipo. “È stato un bel gol. Non era facile per la posizione da dove ho tirato: avevo un angolo ridotto, tanti giocatori davanti, il portiere. Abbiamo fatto un primo tempo incredibile, la squadra ha giocato davvero bene. Siamo tutti contenti per questo primo obiettivo”, ha ammesso Dybala a Sky Sport. Che ha poi spiegato la doppia esultanza dopo la rete: una dedicata alla fidanzata, l’altra – che ha decisamente fatto più discutere – con il gesto del saluto militare rivolto a Demiral: "La prima è stata per la mia ragazza per un film che abbiamo visto insieme, un gesto d’amore. La seconda invece per Demiral: con lui scherziamo sempre e tante volte dentro lo spogliatoio lo abbiamo preso in giro quando erano uscite le sue foto col saluto militare. È stato solo per scherzare, non c’è nessun messaggio", ha affermato l’argentino. Paolo Condò commenta così l'esultanza di Dybala nel post partita: "Paulo dovrebbe leggere due giornali in più per comprendere cosa significhi quel gesto. Ma abbiamo capito che si è trattato di un qualcosa figlio solo dell'ignoranza, non di altro".

 

"Rischio la giocata perché sono in fiducia"

Dybala conferma di star attraversando un momento davvero speciale: “Mi sento bene e cerco sempre di dare il massimo, sia per me che per le cose che sono utili alla squadra. Sto rischiando alcune giocate perché è un momento in cui mi riescono le cose, approfitto di questo momento di fiducia”, ha concluso l’attaccante argentino della Juventus.

I più letti