Conte dopo Real Madrid-Inter: "I dettagli spostano i risultati, ma c'è grande crescita"

inter
©Getty

L'allenatore nerazzurro guarda avanti con fiducia, nonostante la sconfitta: "Poche squadre hanno giocato così a Madrid. Dal punto di vista della mentalità c'è una crescita esponenziale, ma i risultati sono penalizzanti. I dettagli fanno la differenza, ma la strada è quella giusta"

REAL MADRID-INTER 3-2, GOL E HIGHLIGHTS

Altra buona prestazione da parte dell'Inter, che però esce ancora una volta dal campo senza il risultato sperato. Rimontà a metà da parte i nerazzurri sul campo del Real Madrid e sconfitta per 3-2 che complica pesantemente il cammino in Champions League. Anche Antonio Conte, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, è diviso tra soddisfazione per la prova e delusione per il risultato: "Nel bene e nel male, questa è la mia Inter. Non so quante altre squadre siano venute a Madrid a giocare questo tipo di partita, con la forza di recuperare due gol regalati. I risultati non premiano i nostri sforzi, ma ci dimostrano che i dettagli spostano le partite e su queste situazioni si deve migliorare. La mentalità con la quale stiamo affrontando tutte le gare mi lascia soddisfatto e da questo punto di vista c'è stata una crescita esponenziale. I risultati, però, sono penalizzanti".

"Grande crescita, la strada è quella giusta"

leggi anche

L'Inter va sotto, rimonta ma poi cade: 3-2 Real

Conte ha poi analizzato in modo più generale il percorso fin qui dell'Inter in Champions League: "L'Inter sta facendo il suo percorso e se guardiamo all'anno scorso a livello europeo siamo cresciuti tanto. La squadra è stata convinta in tutte le tre partite del girone, ma c'è molta amarezza perchè i risultati ci stanno dicendo male". L'allenatore nerazzurro ha poi concluso, sottolineando ancora una volta l'importanza dei dettagli: "Abbiamo ancora 9 punti a disposizione e possiamo giocarci la qualificazione, ma in queste partite i dettagli spostano i risultati. Bisogna continuare a lavorare e capire che questa è la strada giusta, perchè giocare così a Madrid significa che c'è lavoro e fiducia.

Handanovic: "Grande amarezza, ci vuole più cattiveria"

Delusione anche da parte di Samir Handanovic, che individua nella poca cattiveria sotto porta la motivazione della sconfitta: "C'è tanta amarezza perchè l'avevamo ripresa e volevamo vincerla, avevamo la sensazione di farcela. Gli episodi hanno fatto la differenza, l'abbiamo giocata bene. In area il Real è stato più bravo e cattivo. Anche nelle sconfitte c'è qualcosa di positivo, ma noi dobbiamo crescere nella cattiveria agonistica. Avevamo la percezione di poter vincere e abbiamo perso, non è la prima volta che accade. Sul campo abbiamo dimostrato di essere anche meglio di loro per larga parte della partita".