Conte dopo Inter-Shakthar: "È mancato solo il gol, noi poco rispettati dagli arbitri"

INTER
©Getty

L'allenatore a Sky Sport dopo l'eliminazione dalla Champions League: "Con lo Shakhtar abbiamo dominato due partite e non siamo riusciti a fare gol, i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano. Sostituzioni? Lautaro aveva finito le energie. Non siamo stati fortunati nemmeno con gli arbitri e il Var, l'Inter non è stata rispettata"

INTER-SHAKHTAR 0-0: HIGHLIGHTS

"Penso che la squadra ci abbia messo tutto quello che c'era da fare. Con lo Shakhtar abbiamo dominato due partite e non siamo riusciti a fare gol, questo ha dell'incredibile. Il loro portiere è stato il migliore in campo all'andata e al ritorno". Antonio Conte commenta così lo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk e l'eliminazione dalla Champions League della sua Inter, che chiude al quarto posto il girone B ed estromette i nerazzurri anche dal possibile ingresso in corsa nel tabellone di Europa League. "Scarsa cattiveria? No, i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano - spiega l'allenatore a Sky Sport - c'è grande amarezza e delusione ma se non segni non vinci le partite".

"Ci è mancato solo il gol, nessun rammarico"

leggi anche

Le squadre qualificate agli ottavi: tre italiane

L'analisi dell'allenatore riguarda anche le sostituzioni: "Sanchez è entrato al 75', ci saremmo andati a sbilanciare con tre punte poi c'era Lautaro che secondo me aveva finito un pò di energie. In mezzo al campo -ricorda - i giocatori rimasti a disposizione erano quelli. O facevo entrare Sanchez come punta o facevo entrare Eriksen per Gagliardini. Ho preferito mettere prima una punta in più e poi inserire Eriksen quando Lautaro non ne aveva più". Con una considerazione sull'atteggiamento della squadra: "C'è rammarico ma non mi sento di dire che non ci siano state cattiveria, concentrazione e determinazione: è mancato solo il gol. Sono valutazioni che vanno fatte in maniera serena e a freddo. Dopo un'eliminazione del genere non si possono fare".

"Non siamo stati fortunati con arbitri e Var"

Fabio Capello da studio gli fa notare la carenza di rabbia necessaria in partite in cui si deve vincere per forza. "Chi gioca contro di noi ogni volta stravolge i  propri piani di gioco per pararci - replica Conte - lo ha fatto anche lo Shakhtar oggi". Nel suo commento, l'allenatore dell'Inter ha anche una considerazione per le direzioni di gara nella fase a gironi di Champions League: "Non siamo stati fortunati nemmeno con gli arbitri e il Var. L'Inter non è stata rispettata, basta vedere alcune situazioni che non sono state valutate".