Zenit-Juve, Allegri: "Risultato ottimo, ma non abbiamo giocato bene"

champions
©Getty

L'allenatore della Juve felice per il risultato ottenuto a San Pietroburgo che avvicina i bianconeri agli ottavi: "Tra 15 giorni potremo giocarci il passaggio del turno. Non abbiamo giocato bene ma abbiamo vinto. Bisogna migliorare e questa sfida ci servirà in vista del campionato". Kulusevski: "Volevo fare la differenza e mi sono fatto trovare pronto"

E' un Massimiliano Allegri soddisfatto per il risultato ma un po' meno per la prestazione della Juventus che ha battuto 1-0 in trasferta lo Zenit avvicinandosi alla qualificazione agli ottavi di finale: "Il risultato è ottimo perché abbiamo fatto 9 punti senza subire gol e poi tra 15 giorni possiamo giocarci il passaggio del turno - dice - Non è stata una bella prestazione, eravamo lenti e abbiamo perso tanti palloni, ma questo ci permetterà di alzare il livello in vista di domenica".

"Bisogna migliorare ancora tanti aspetti"

Una Juve che ha trovato la continuità nei risultati e che ora deve trovarla nelle prestazioni: "Bisogna migliorare la fase di possesso, fare scelte migliori vicino all’area, bisogna occupare bene il campo. Bisogna giocare in 2 contro 1 sugli esterni, dovevamo fare meglio sulla trequarti e migliorare le scelte spiega ancora - Dybala in quelle situazioni è abile ma devono migliorare anche gli altri. Kulusevski, Chiesa, Bernardeschi, devono essere più puliti. Questa è la mia Juve? Non mi piace dirlo, abbiamo una rosa forte, diciamo che oggi le cose sono andate nel verso giusto, abbiamo giocato male e vinto. La prestazione è stata giusta ma il risultato è ottimo". 

Kulusevski: "Mi sono fatto trovare pronto al momento giusto"

vedi anche

Zenit-Juve 0-1, gol e highlights

Dejan Kulusevski è stato il match winner dell'incontro tornando a essere decisivo per la sua squadra: "Ho visto il pallone che andava vicino al palo e mi sono spaventato, sono molto felice perché è il mio primo gol in Champions - commenta - Ho provato a fare la differenza quando sono entrato, poi sono stato pronto al momento giusto quando la palla mi è arrivata". Sulla prestazione della squadra: "Dovevamo muovere meglio la palla, perché la perdevamo troppo facilmente. E’ comunque sinonimo di forza vincere una gara come questa anche quando si gioca male".