Roma, Cristante sulla Conference: “Vincere la finale per iniziare un ciclo”. VIDEO

Conference League

Il centrocampista giallorosso ha parlato a una settimana dalla finale di Conference League contro il Feyenoord, in occasione del media day Uefa a Trigoria. "C'è grande emozione - ha detto - sono partite che aspetti per tutta la carriera. Daremo tutto per vincere e iniziare un ciclo"

Diventato un uomo chiave per il centrocampo della Roma di Mourinho, Bryan Cristante proverà adesso a vincere per la seconda volta in meno di un anno in Europa, dopo il trionfo al'Europeo con la nazionale italiana. A una settimana dalla finale di Conference League, il centrocampista giallorosso - in occasione del media day - ha spiegato a Sky Sport come arriva la Roma alla sfida contro il Feyenoord.

leggi anche

Abraham: "Innamorato di Roma e della squadra"

Due finali nello stesso anno, quali sono le analogie tra la finale dell'Europeo con la Nazionale e questa?

"Una finale è sempre una finale. Ora speriamo di avere lo stesso esito anche nella seconda, come accaduto all’Europeo. L'emozione è tanta, sono partite che aspetti di giocare per un'intera carriera, per una stagione ed è sempre bello farlo"

 

Come ci arrivate a livello fisico? Si è vista un po' di stanchezza nelle ultime partite.
"Bene, siamo carichi. Chiaramente alla fine un po' di stanchezza ci sta, ma in una finale questo passa in secondo piano. Ci sono tante motivazioni e in partite del genere la stanchezza non si sente mai"

 

Finale che ha un valore forte: quanto fa crescere voi e l’ambiente giocare per vincere con la Roma?

"Vincere aiuta a vincere e aiuta a creare una mentalità vincente. Spesso ci vai vicino, ci provi, quindi quando riesci a giocare per vincere qualcosa, devi dare tutto. Noi dobbiamo andare lì con tutto ciò che abbiamo e vincere per creare un ciclo di altre vittorie in futuro"

 

Spesso il giudizio dipende dai risultati. Questa finale cambierà i giudizi sulla vostra stagione? Secondo te è giusto?

"Chiaramente quando vinci è tutto visto con un occhio diverso. Ma visto il percorso, l'esser riusciti ad arrivare in finale giocando così tante partite in Europa, rimarrà in ogni caso un anno positivo. Poi chiaramente se aggiungiamo la vittoria è ancora meglio"

 

State studiando il Feyenoord?

"Adesso siamo concentrati sull'ultima di campionato, perché è importante anche quella. Pensiamo a venerdì al Torino, poi studieremo bene anche loro".