Donnarumma dopo Italia-Inghilterra: “Ho messo tutto da parte e pensato alla Nazionale”

Europei

Dopo Italia-Inghilterra, incontro a Sky tra due numeri uno: del tennis, e dell’Italia campione d’Europa. Donnarumma ha parlato dei suoi ultimi 50 giorni: "Ho messo da parte le voci, con la testa soltanto a favore della squadra e del mister. E questa cosa ha premiato. Berrettini? È un fenomeno, vincerà tanto”. E il finalista dello Slam: “Che settimana. Ai rigori però stavo peggio dei miei genitori sulle tribune di Wimbledon”

 HIGHLIGHTS - ITALIA CAMPIONE, LO SPECIALE

Un incontro tra due campioni che ci hanno fatto sognare. Il primo, Matteo Berrettini: finalista a Wimbledon, sconfitto soltanto dal marziano Djokovic. Il secondo, Gigio Donnarumma che ha parato due calci di rigore regalandoci il titolo di campioni d’Europa, 53 anni dopo. Il portiere azzurro: “Gli ho fatto i complimenti, abbiamo visto la sua partita. Ci dispiace tantissimo, ha il tempo dalla sua parte. Èun grandissimo campione, vincerà tanto. Ne sono sicuro”. I suoi 50 giorni, dall’addio al Milan in poi, sono stati difficili. Gigio li spiega così: “Interminabili. Ero tranquillissimo, i miei compagni mi sono stati vicini. Ho messo tutto da parte. La mia testa era a disposizione soltanto della squadra e del mister. Alla fine ha premiato. L’esperienza ha contato tanto, ma parlerò da domani”.

Berrettini: "Una giornata conclusa nel miglior modo possibile"

Il numero uno del tennis azzurro: "È stata una giornata impegnativa, bella però. Si è conclusa nel miglior modo possibile ai rigori, con questo signore protagonista (si rivolge a Gigio ndr). Gli ho fatto i complimenti, è un piacere vederli giocare. Dal vivo non mi era mai successo. Peccato per me, ma come ha detto Gigio speriamo che ci saranno altre occasioni”. E una Nazionale così, è stata una spinta per lui in questi giorni? “Eravamo in bolla, riunirsi per vedere le partite con gli altri ragazzi italiani e il mio team è stata qualcosa che ci ha unito. Ho usato loro per sentirmi meglio e spero che loro abbiano usato un po’ me". E aggiunge: "Mentre tiravano i rigori stavo peggio dei miei genitori sulle tribune di Wimbledon".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche