Serie A femminile, i risultati della 13^ giornata: Ok la Juve, Milan allo scadere

Calcio femminile
Twitter Juventus FC Women

Vince il Milan, che passa sul campo dell'Orobica ultima in classifica solo a due minuti dalla fine con il gol di Conc. Non fa sconti al Sassuolo la Juventus, trascinata dalle reti di Girelli e Pedersen. Finisce in pareggio lo scontro salvezza fra Pink Bari e Tavagnacco

Orobica Bergamo-Milan 0-1

88' Conc

Vince il Milan sul campo dell'ultima in classifica, anche se a fatica. Decisiva la rete a due minuti dalla fine di Dominika Conc, con le rossonere che volano così momentaneamente al secondo posto aspettando la Fiorentina. Dall'altra parte il fanalino di coda appunto, che fin qui aveva raccolto un solo punto incassando 38 gol. Primo tempo che si chiude sullo 0-0. Milan in pieno controlllo ma non brillantissimo, con la squadra di Ganz che non rischia mai in difesa e va vicino al gol in due occasioni: al 17' Giacinti ci prova su punizione, ma la palla è centrale e Lonni respinge. Al 39' Bjorg si trova a tu per tu con il portiere che però in uscita riesce ad evitare il gol. Nella ripresa non cambia il registro del match. Al 63' Linda Tucceri, entrata all'ora di gioco, è subita pericolosa su un corner che attraversa tutta l'area di rigore. Al 72' il Milan colpisce il palo sul colpo di testa di Zigic, mentre all'84' Cimmi mette in difficoltà Lonni che però devia in corner. Infine, quattro minuti dopo, Giacinti viene ipnotizzata da una Lonni ancora miracolosa, però Conc si avventa sul pallone rimasto in area e tutta sola riesce a segnare la rete della vittoria. 

Pink Bari-Tavagnacco 0-0

Finisce 0-0 la sfida salvezza fra Bari e Tavagnacco, che - appaiate al penultimo posto - non si fanno male. Le pugliesi non vincono dal 23 novembre, mentre le gialloblù erano reduci dalla vittoria di Bergamo e contro il Bari in Serie A non avevano mai perso (2 vittorie e 2 pareggi). Ora il Verona, a quota 11 punti, vincendo sul campo della Florenzia può approfittarne per scappare dalle zone pericolose della classifica.

Juventus-Sassuolo 2-1

10' Girelli (J), 65' Pedersen (J), 88' Sabatino (S)

 

Continua a vincere la Juventus, che piega il Sassuolo con le reti di Girelli nel primo tempo e di Pedersen nella ripresa. Le bianconere, sempre più in vetta alla classifica, volano a otto punti di vantaggio sul Milan, con la Fiorentina che dovrà rispondere presente nella gara contro la Roma. La squadra di Rita Guarino aveva perso l'ultimo match di campionato proprio con le neroverdi il 27 marzo scorso, ma questa volta non sbaglia. Tenuta a secco anche Daniela Sabatino, vera bestia nera della Juventus a cui ha segnato con tre maglie diverse (Brescia, Milan e Sassuolo). La partita comincia subito forte, con Giuliani che fa suo il colpo di testa di Filangeri. Ci prova poi Zamanian, il cui destro dalla distanza impegna Lemey. Dopo un tentativo di Gama in terzo tempo su corner, ecco il vantaggio della Juve: gran palla in verticale di Bonansea per Girelli, che a tu per tu con il portiere avversario non sbaglia. Il Sassuolo però non si arrende e al 59' sfiora il pari con Sabatino, che tuttta sola in area gira al volo verso la porta di Giuliani. Tentativo troppo centrale. Al 65' neroverdi ancora pericolose con Ferrato che sfiora il pari, ma un minuto dopo arriva il raddoppio della Juventus con Pedersen, pescata da Cernoia e bravissima a colpire di testa. All'88 il Sassuolo accorcia le distanze con Sabatino che, servita dentro l'area piccola, batte Giuliani incrociando la conclusione.

I più letti di calcio