Serie A femminile, scudetto assegnato alla Juve. Via libera al professionismo dal 2022-23

Calcio femminile

Il consiglio federale della Figc ha votato all'unanimità l'assegnazione dello scudetto femminile alla Juventus. Le bianconere, al terzo titolo consecutivo, avevano 9 punti di vantaggio sulle inseguitrici dopo 16 giornate al momento della sospensione del torneo a causa dell'emergenza Covid-19. Figc: calciatrici professioniste dal 2022-23

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Scudetto femminile 2019-2020 alla Juventus: lo ha deciso il consiglio federale della Figc votando all'unanimità. Il campionato di Serie A femminile era stato sospeso con le bianconere prime in classifica dopo 16 giornate e 9 punti di vantaggio su Fiorentina e Milan, che dovevano ancora recuperare lo scontro diretto. La Serie A femminile era stata sospesa lo scorso 11 marzo dopo il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo in conseguenza delle misure per il contenimento del diffondersi del virus Covid-19. Per la Juventus si tratta del terzo scudetto consecutivo dopo quelli conquistati nel 2018 e nel 2019. Nel palmares del club bianconero, fondato nel 2017, anche una Coppa Italia e una Supercoppa italiana. Il Consiglio Federale, stabilita la classifica finale attraverso il coefficiente correttivo adottato nella scorsa riunione, ha deciso che accedono alle competizioni internazionali la Juventus e la Fiorentina e retrocedono le società Tavagnacco e Orobica. Sono invece promosse in Serie A Napoli e San Marino e retrocedono in Serie C Novese e Perugia.

Figc: calciatrici professioniste dal 2022-23

Le calciatrici italiane diventeranno professioniste a partirte dalla stagione 2022-2023: è quanto stabilisce il progetto di introduzione graduale del nuovo status, proposto dal presidente della Figc Gabriele Gravina e approvata all'unanimità dal consiglio della Federcalcio. Questo progetto è stato ritenuto il migliore per formalizzare "un passaggio divenuto ormai improcrastinabile sul tema della pari

dignità, garantendo al tempo stesso un periodo adeguato per preparare il sistema, in attesa dei decreti attuativi anche su questo argomento che sta preparando il ministro per lo sport Spadafora nell'ambito della discussione della legge delega di

riforma"

Serie A femminile al via il 22 agosto

Il Consiglio ha approvato il nuovo sistema delle Licenze per il femminile ed ha provveduto a stabilire date e format per la nuova stagione sportiva: la data di avvio del campionato 2020/2021 al 22 agosto, anche per andare incontro alle esigenze della Nazionale impegnata a settembre nelle gare di qualificazione all’Europeo in programma nel 2022. La Serie B, che da quest’anno sarà a 14 squadre per consentire ad ogni girone di C di promuovere una squadra, inizierà il prossimo 13 settembre con due promozioni in A e quattro retrocessioni in C. Si allarga anche la formula della Coppa Italia con 26 partecipanti totali. Per la Supercoppa si è preferito, tenuto conto della sospensione definitiva del campionato, di varare una formula a 4 con le prime classificate del 2019/20. Per il campionato Primavera ci saranno invece novità a partire dal 2021/22 con l’istituzione di due livelli di competizione: Primavera 1 e Primavera 2 con promozioni e retrocessioni tra i due tornei.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche