Juve, Demiral ottiene il visto per la Cina: potrà giocare l'amichevole con l'Inter

ICC

Risolte le problematiche relative al rilascio del visto: il difensore turco rischiava di saltare l'amichevole di Nanchino contro i nerazzurri per via dei rapporti difficili tra la Cina e il suo Paese, la Turchia. Sarri potrà contare sull'ex Sassuolo anche per la seconda parte della tournée asiatica

JUVE-INTER LIVE

JUVE, I NUMERI DI MAGLIA PER L'ASIA

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Il calcio ha vinto sulla politica. O forse è stata proprio la politica a risolvere la faccenda. Alla fine Merih Demiral potrà partecipare anche alla tournée in Cina della Juventus. Un viaggio che non avrebbe dovuto esserci e invece ci sarà. Come annunciato su Twitter dal club bianconero il 21enne difensore turco ha infatti ottenuto il visto per volare a Nanchino, dove sarà a disposizione di Maurizio Sarri per il derby d’Italia del 24 luglio contro l’Inter e per il successivo test amichevole con il Team K League del 26. In un primo momento sembrava che l’ex Sassuolo, volato con i compagni a Singapore per la sfida con il Tottenham, dovesse saltare la seconda parte della tournée. Colpa dei rapporti difficili tra la Cina e il suo Paese d’origine, la Turchia. In base quanto riportano i media turchi sarebbe stato l'intervento diretto del ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu a sbloccare l'impasse.

La tensione Cina-Turchia

I rapporti tra Cina e Turchia sono tesi da mesi per via delle dichiarazioni dello scorso febbraio del portavoce del ministero degli Esteri turco. Hami Aksoy aveva denunciato le politiche di repressione adottate dalle autorità cinesi contro gli uiguri, minoranza etnica turco-musulmana che vive nella regione autonoma dello Xinjiang parlando di "vergogna per l'umanità". Parole che erano state subito smentite dall'ambasciata cinese in Turchia e dal Ministro degli Esteri cinese, Lu Kang.

I più letti di calcio