04 aprile 2017

Lega Pro, girone A: i risultati della 33a giornata

print-icon
alessandria_alessandriacalcio.it

L'Alessandria torna alla vittoria dopo la sconfitta del turno scorso (foto alessandriacalcio.it)

Il 33° turno di Lega Pro vede l'Alessandria tornare a vincere e la Cremonese confermarsi seconda a tre lunghezze dalla capolista. Tre punti anche per Livorno, Viterbese, Giana e Lucchese. Un punto a testa per Lupa Roma, Renate, Tuttocuoio, Siena, Arezzo e Pontedera

Ok Alessandria e Cremonese - Torna a vincere l'Alessandria capolista dopo lo stop dello scorso turno, contro la Carrarese finisce 1-0; decide un gol di Barlocco al 32’. Braglia ripropone la stessa formazione dello scorso sabato e riesce così a trovare il vantaggio, la squadra di casa ci prova anche se poi nel finale del primo tempo il ritmo cala. Nella ripresa i grigi provano ad aumentare il vantaggio ma alla fine il risultato non cambia più; sale così a quota 69 la squadra piemontese, resta ferma 33 quella toscana. Vittoria anche per la Cremonese seconda che passa in vantaggio con Canini; raddoppia Maiorino prima di subire il gol che riapre la partita di Bertani ma ancora Maiorino chiude tutto e fissa il risultato sul 3-1. Nel prossimo turno la Cremonese giocherà nuovamente in casa contro la Lupa Roma per provare ad incrementare il bottino di 66 punti che la vedono ancora -3 dalla testa; il Como resta invece fermo a 46. Vince anche il Livorno contro il Piacenza fuori casa: alla fine è 2-0, si decide tutto nel primo tempo con Vantaggiato che porta avanti i suoi al 6’ e Maritato che chiude i giochi nel recupero della prima frazione. Gara non positiva per la squadra di casa che non reagisce e permette così al Livorno di gestire il doppio vantaggio e di salire al terzo posto a 63 punti. La squadra di Pea rimane decima a +4 dalla Lucchese prima di affrontare il Racing Roma.

Perde ancora l'Olbia - Termina invece 1-0 la sfida tra Viterbese e Pistoiese, decide una rete di Sandomenico nel finale di gara; primo tempo con poche emozioni e con i padroni di casa in controllo del gioco, secondo tempo in cui il copione non cambia ma che consente comunque alla squadra di Puccica di salire a quota 50 punti e di conquistare così la terza vittoria consecutiva. Continua invece la crisi dell’Olbia che perde anche col Prato 2-1; inutile il vantaggio di Muroni dopo appena due minuti, segnano di Molfetta e Moncini e ribaltano la situazione. L’espulsione di Piredda al 52’ condiziona la gara ma la squadra ospite, pur andando vicino al pareggio, non riesce ad essere precisa nella zona decisiva del campo. Il Prato con i tre punti conquistati raggiunge così l’avversario di giornata a quota 32 in classifica in attesa di affrontare la complicata gara di Alessandria. Bella vittoria anche per la Giana contro il Piacenza, la formazione lombarda domina il primo tempo portandosi in vantaggio di tre gol con Pinto, Iovine e Biraghi. I biancorossi reagiscono ma riescono a trovare due reti soltanto dopo il 90’ grazie a Segre e Razzitti che comunque non impediscono alla squadra di Albè di salire a quota 59 punti. Ferma a 52 la formazione emiliana.

Tre i pareggi di giornata - Vince anche la Lucchese 2-1 contro il Racing Roma, a segno De Feo, Raffini e Vastola per gli ospiti; primo tempo poco interessante, ripresa nervosa e dai ritmi lenti, la squadra di Giovanni Lopez comunque conquista una vittoria importante e sale a quota 44 punti. Sempre più giù invece la formazione della capitale ferma a 30. I cugini della Lupa Roma invece pareggiano 0-0 contro il Renate in una gara in cui sono gli ospiti a far vedere qualcosa in più, mentre nella ripresa la squadra di Di Michele prova a rendersi più pericolosa cercando con più convinzione il vantaggio. Nulla di fatto comunque, sono 47 i punti dei nerazzurri e 31 quelli della Lupa. Altro pareggio è quello tra Arezzo e Pontedera; 1-1 il risultato finale, a Moscardelli risponde Kabashi; l'Arezzo riesce a concretizzare le occasioni create solo nel finale di partita prima di essere raggiunto nei minuti di recupero della squadra ospite - che strappa così un punto salendo a 38, sempre a -5 dalla zona playout. 60 sono invece i punti degli amaranto. Stesso risultato anche tra Tuttocuoio e Robur Siena, in rete Falivena prima e Marotta poi: il vantaggio è della squadra di casa che riesce ad approfittare di un’occasione per rompere l’equilibrio. Al 6’ di recupero i bianconeri di Scazzola acciuffano il pareggio che li proietta così a quota 39 punti (a +6 sull'avversario di giornata). Per le due formazioni appuntamento rispettivamente con Renate e Como.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky