Betis-Real Madrid 3-5, doppietta di Asensio: gol e highlights

Liga

I Blancos infilano la terza vittoria di fila tra campionato e Champions e consolidano il quarto posto. Apre subito le marcature Asensio, poi dopo la mezz'ora Mandi e un autogol di Nacho regalano il vantaggio ai padroni di casa. Nella ripresa Ramos e Asensio effettuano la rimonta, prima che Ronaldo firmi la quarta rete. Sergio Leon ridà speranze al Betis, ma nel recupero il neo entrato Benzema la chiude

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI BETIS-REAL MADRID

BETIS-REAL MADRID 3-5

11' Asensio (RM), 33' Mandi (B), 37' aut. Nacho (B), 50' Sergio Ramos (RM), 59' Asensio (RM), 65' Ronaldo (RM), 85' Sergio Leon (B), 93' Benzema (RM)

Betis (4-3-3): Adan; Guerrero, Mandi, Bartra, Firpo; Ruiz, Amat (75' Garcia), Guardado (81' Sergio Leon); Joaquin, Moron, Boudebouz (81' Tello).

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Nacho, Sergio Ramos, Marcelo (30' Theo Hernandez); Casemiro, Kovacic, Asensio; Vazquez, Ronaldo (89' Benzema), Bale (73' Isco).

Si chiude con il successo del Real Madrid il posticipo domenicale del 24° turno di Liga. In un Villamarin gremito in ogni ordine di posto, Blancos e Betis si danno battaglia fin dal primo minuto, non preoccupandosi troppo della fase difensiva e regalando al pubblico un grandissimo spettacolo. I biancoverdi, reduci da cinque vittorie nelle ultime otto giornate, disputano un eccellente primo tempo e con grinta e tenacia rimontano l’iniziale svantaggio di Asensio. Nella ripresa però subiscono il ritorno del Real che diventa straripante e in un quarto d’ora va in gol per tre volte, ribaltando un’altra volta il punteggio. Nel finale Leon, entrato da poco, riapre la gara, ma ci pensa Benzema, anche lui messo in campo negli ultimi minuti, a fissare il punteggio sul 5-3 a favore della squadra di Zidane. Per gli ospiti è la terza vittoria consecutiva dopo quelle contro Real Sociedad e Psg, mentre sono 10 le reti messe a segno nelle ultime due partite di Liga. Ora i madridisti sono a quota 45 in classifica, + 6 dal Siviglia e +7 dal Villarreal. Il Betis esce a testa alta e non abbandona il sogno Europa League, ora distante cinque lunghezze.

Primo tempo

Il Real Madrid si presenta con un inedito 4-4-2, con le ali Vazquez-Asensio a supportare Ronaldo e Bale. Quique Setien sceglie invece di nuovo Moron al centro dell’attacco. La squadra di casa interpreta bene l’inizio di partita e prova a imporre il suo gioco con delle buone trame. Il Real delle ultime settimane però è cinico come non mai sotto porta e anche questa volta non perdona gli avversari alla prima occasione creata. Ronaldo scaglia un destro dall’interno dell’area, Adan riesce a respingere ma non può nulla sulla ribattuta di testa di Marco Asensio che porta avanti i suoi. Il Betis non si fa demoralizzare e risponde subito con il destro deviato di Joaquin che, dopo uno scambio stretto con Boudebouz, tira di prima intenzione e non trova di poco la porta. Ancora più vicino al gol ci va Mandi, con un colpo di testa non perfetto. Il pressing degli andalusi cresce e ci prova anche Moron dalla distanza, non trovando l’angolo basso per questione di centimetri. La squadra di Zidane soffre e non riesce a superare la metà campo. Serve un grande Keylor Navas per togliere dall’incrocio la punizione di Joaquin poco prima della mezz’ora. Nei Blancos si ferma Marcelo, costretto a chiedere il cambio e lasciare il posto a Theo Hernandez. Al 33’ i biancoverdi trovano il meritatissimo pareggio con il colpo di testa, questa volta vincente, di Mandi. Il cross al millimetro lo realizza Joaquin che, subito dopo, serve l’assist che permette al Betis di ribaltare l’incontro. Dopo un’azione rugbistica da parte dei padroni di casa, l’ex viola salta con un dribbling il difensore madridista e passa la palla a Firpo. Quest’ultimo non riesce a trafiggere Navas col mancino, ma sul rimpallo è Nacho involontariamente a mandare la palla nella sua porta. Un errore che porta il Real sotto di un gol negli spogliatoi dopo il tentativo troppo centrale di Ronaldo.

    

    

Secondo tempo

Gli 11 di Zidane tornano in campo con un atteggiamento completamente diverso e mettono subito sotto il Betis. Passano cinque giri di lancette e il punteggio torna in equilibrio, con il colpo di testa vincente del solito Sergio Ramos. Un gol dal sapore particolare per il difensore, visti i suoi trascorsi nel Siviglia. Bale ha subito la chance di segnare il 3-2, ma Adan è strepitoso a distendersi e a deviare in uscita la conclusione del gallese, convinto ormai di averlo superato. Ci pensa ancora Asensio a completare la rimonta del Real, ma gran parte del merito va a Carvajal, autore di una strepitosa azione personale sulla fascia con tanto di assist finale per il numero 20 che realizza la sua doppietta. C’è una sola squadra in campo e dopo il secondo duello Adan-Bale, vinto nuovamente dal portiere ex della partita, al 65’ ci pensa Cristiano Ronaldo a mettere al sicuro i tre punti. CR7, non alla sua miglior prova, raccoglie la palla in area, se la sistema sul piede preferito e con il destro batte l’estremo difensore del Betis. I biancoverdi provano a dare un ultimo sussulto alla gara con i cambi e in effetti è Sergio Leon, subentrato ad Amat, a riaccendere le speranze dei suoi. La difesa madridista arriva in ritardo sul cross di Firpo e sul secondo pallo Leon sigla il terzo gol dei padroni di casa. I ragazzi di Setien si buttano in avanti alla disperata ricerca del pari, ma subiscono in contropiede la rete che chiude la partita. La mette a segno il neo entrato Benzema che, con il destro, ritrova la gioia personale quasi tre mesi dopo l’ultima volta (25 novembre contro il Malaga). Il Real sale a 45 punti e consolida il quarto posto.

    

    

    

    

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche