Spagna, aperta un'indagine per scommesse anomale in Huesca-Gimnastic di Segunda Division

Liga
huesca_nastic

Sotto la lente d'ingrandimento degli investigatori il match di Segunda Division tra Huesca e Gimnastic, vinto di misura dagli ospiti. La metà dei principali bookmakers avrebbero chiuso ogni tipo di giocata su questo incontro, caratterizzato da quote anomale e da un'ingente quantità di puntate provenienti non solo dalla Spagna

CAMPIONATO DELLA CONTRAFFAZIONE: I NUMERI DEL "TAROCCO" DEL CALCIO

La Liga de Futbol spagnola si prepara ad aprire un'indagine su Huesca-Gimnastic, match di Segunda Division terminato 0-1 a favore del club di Tarragona. L'associazione iberica vuole infatti vederci chiaro e capire cosa è successo perché il match ha registrato un flusso anomalo di scommesse rispetto agli standard abituali di quel campionato. Ad alimentare i sospetti non è stato solo il grosso numero di puntate su quell'incontro, ma anche la quota che vedeva gli ospiti favoriti, nonostante arrivassero da 4 ko consecutivi in trasferta, mentre l'Huesca aveva chiuso una sola partita davanti al proprio pubblico senza raccogliere almeno un punto. Anomalie che hanno portato poi 30 dei 59 principali bookmakers al mondo a chiudere ogni tipo di giocata per quella sfida. Il fascicolo dovrebbe riguardare solamente il numero spropositato di scommesse, mentre nessun calciatore delle due squadre dovrebbe finire al momento sotto indagine perché, come sostenuto da fonti della Liga, "durante la partita non si è visto nulla di strano, né da un punto di vista collettivo, di squadra, né da nessun singolo giocatore protagonista del match". Nonostante queste considerazioni, nessuno di loro vuole però affermare con certezza l'estraneità ai fatti dei ragazzi coinvolti nell'incontro perché la mancanza di episodi espliciti non esclude la possbilità che dietro vi sia qualcosa di strano. Del resto non sarebbe la prima volta, visto che quattro stagioni fa toccò ad alcuni dirigenti dell'Osasuna finire in custodia cautelare per possibili combine. Fonti della Liga affermano inoltre che quella tra Huesca e Nastic non sarebbe l'unica gara sospetta disputata in questa stagione.

Sula questione è intervenuto il Segretario Generale della Federbet, l'organizzazione che lotta contro le scommesse illegali: "La stranezza non era rappresentata solo dalla quota bassa con la quale era pagato il successo del Nastic, ma anche nella combinazione tra lo 0-0 del primo tempo e la vittoria degli ospiti nella ripresa - ha detto Francesco Baranca a El Partidazo de Cope -. Ci sono infatti giocate su questa partita da oltre 10 mila euro e molte di queste si sono concentrate sul parziale-finale, con il pareggio al termine dei primi 45 minuti e la vittoria finale della squadra di Tarragona. Un sacco di soldi sono stati puntati in Ucraina. Per arrecare un danno ai bookmakers non bastano le giocate di tre o quattro scommetitori. Io non voglio accusare i calciatori, ma non può esistere una quota così bassa per una partita live. Se ci sono altre partite che forse sono state truccate? C'è un match sospetto giocato a gennaio e un altro ad aprile che ha avuto movimenti strani, entrambi di Segunda Division. Il Nastic e/o l'Huesca potrebbero essere coinvolti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche