Real Madrid, Courtois su Bale: "Sempre a letto presto. Non sta mai con noi"

Liga

Il gallese è stato punzecchiato dal portiere belga per la sua timidezza: “L’altra sera avevamo fissato una cena di squadra alle 21:30. Lui non è voluto venire, perché era troppo tardi e alle 23 voleva stare a letto”. Altra stoccata da parte dello spogliatoio dunque dopo le parole di Marcelo: “Non sa ancora lo spagnolo”

TONFO REAL: IL GIRONA PASSA AL BERNABEU

GESTO DELL’OMBRELLO: BALE RISCHIA 12 GIORNATE
 

“Vive qui da sei anni e non ha ancora imparato lo spagnolo. Io e lui comunichiamo a gesti”. La frase di Marcelo su Bale non è passata inosservata in Spagna, anzi. Tante le critiche piovute sul gallese, che ai più non sembra dare la sensazione di uno che faccia chissà che cosa per integrarsi all’interno dello spogliatoio. E la conferma arriva da un altro giocatore del Real Madrid, ovvero Courtois. Già, il portiere belga ha parlato al quotidiano HLN e non ha risparmiato certi dettagli sul compagno di squadra: “E’ davvero difficile raccontare e descrive Gareth con una sola parola – ha spiegato – è un grandissimo talento, ma non riesce sempre ad esprimersi e questo è un peccato”. Fatto sta che in realtà anche Bale un soprannome ce l’ha. Quale? Il golfista, perché – a quanto pare – a Gareth piace trascorrere diverso tempo sul green. Anche al costo di sacrificare quel tempo libero che potrebbe passare insieme alla squadra: “L’altra sera avevamo fissato una cena – svela Courtois – c’era tutta la squadra tranne Kross e Bale. Secondo loro avevamo fissato troppo tardi. Noi ci siamo ritrovati alle 21:30 e abbiamo iniziato a mangiare verso le 22:15. A mezzanotte abbiamo preso il caffè e verso le una siamo andati a letto. Tanto l’allenamento comincia sempre alle 11, quindi come orario credo fosse tutto perfetto. Ma Gareth ci ha detto: “No, non verrò con voi. Vado a letto alle 23:00”. Insomma, orari non propri consoni per chi da anni vive a Madrid: “Io vivo come chiunque sia nato e cresciuto qui. Mangio tardi, vado a letto tardi… si fa così da queste parti. Lui no, non sta mai con noi”.

Bale, momento no

Dopo le cinque vittorie consecutive in Liga e il successo in Champions nella gara di andata contro l’Ajax, per il Real è arrivato un nuovo stop. Doloroso, perché subito in casa per mano del Girona. Un 2-1 che, molto probabilmente, obbliga i Blancos a dire addio ai sogni scudetto, dal momento che il Barcellona ora dista nove punti. Per Bale solo 24’, con il gallese che in campionato ha segnato solo sei gol in 19 partite giocate. Non il massimo per uno che nella passata stagione ne aveva collezionati 21 e per chi, quest’anno, non doveva far rimpiangere Ronaldo. Invece, dopo un avvio comunque positivo, Bale si è spento piano piano. Fino ad arrivare alle critiche dei compagni. Prima Marcelo, poi Courtois. Non proprio quello che avrebbe voluto sentirsi dire.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche