Real Madrid, ultimo tentativo per Zidane: in alternativa, Mourinho pronto al ritorno

Liga

Le ultime da Alessandro Alciato: il francese non è ancora convinto di un immediato ritorno in panchina, Florentino Perez pronto a un ultimo tentativo. In caso di fumata grigia, è pronto lo Special One

REAL MADRID, SOLARI VERSO L'ESONERO: LE ULTIME

REAL MADRID-AJAX 1-4, MERENGUES FUORI DALLA CHAMPIONS

LIGA, ADDIO PRIMO POSTO PER IL REAL: AL BERNABEU PASSA IL BARCELLONA

José Mourinho attende di firmare il contratto del suo ritorno al Real Madrid, ma tutti i segnali conducono a un ultimo tentativo in extremis di Florentino Perez per convincere Zinedine Zidane a un immediato rientro sulla panchina della Casa Blanca. Ore decisive per le Merengues, che dopo la clamorosa eliminazione dalla Champions League per mano dell'Ajax meditano un'altra rivoluzione tecnica, dopo quella di quattro mesi fa con l'insediamento di Solari al posto di Lopetegui, per salvare una stagione sin qui estremamamente negativa.

Real Madrid, ultimo tentativo per Zidane: in caso di fumata grigia, panchina a Mou

Il dato di partenza è che i senatori dello spogliatoio madrileno non riporrebbero più ogni tipo di fiducia nei confronti di Santiago Solari, che andrà regolarmente in panchina nella sfida contro il Valladolid ma che sarebbe di fatto già stato esautorato dal suo ruolo. Con Mourinho che avrebbe dato la sua disponibilità a un ritorno sulla panchina del Real - complice anche l'appoggio al portoghese di molti giocatori della rosa - Perez starebbe però provando a riportare a Madrid Zinedine Zidane, dimissionario nove mesi fa dopo la conquista della Champions League 2017/2018 nella finale giocata contro il Liverpool. A fare il punto della situazione, Alessandro Alciato su Sky Sport. L'ex calciatore francese conosce benissimo l'ambiente del Bernabeu, vissuto da calciatore dal 2001 al 2006 e da allenatore dal 2016 a maggio 2018, vincendo in panchina tre Champions League (record condiviso con Bob Paisley e Carlo Ancelotti), una Liga, una Supercoppa di Spagna, due Coppe del Mondo per club e due Supercoppe europee, ma non ha dato un immediato ok al ritorno al Real. Si sarebbe inizialmente riservato di dare una risposta a giugno, non escludendo dunque un ritorno per la prossima stagione, ma il patron delle Merengues Florentino Perez è deciso a fare un altro tentativo per chiedergli di tornare subito, garantendogli pieni poteri decisionali. Operazione complicata. Intanto, Mourinho resta ottimista e attende di riprendere quel legame con la Casa Blanca interrotto nel 2013 dopo un triennio in panchina. Trattandosi del Real Madrid e di Florentino Perez, però, tutto può ancora succedere.

I più letti