Bradley mascotte dell’Inghilterra: emozione Defoe

Mondiali
defoe_bradley_inghilterra_getty_2

Tutto lo stadio di Wembley emozionato per il piccolo a cui è stato diagnosticato un cancro terminale, tifosissimo del Sunderland e del suo attaccante, che ha trattenuto a fatica l'emozione durante l'inno nazionale

Vi ricordate di Bradley Lowery? Il bambino di 5 anni con una diagnosi di tumore che secondo i medici non lascia scampo, tifosissimo del Sunderland, ora è mascotte della Nazionale inglese di calcio. Bradley ha accompagnato i giocatori sul terreno di gioco per la partita di qualificazione ai Mondiali contro la Lituania. E lo ha fatto mano nella mano con Jermaine Defoe, attaccante proprio del Sunderland e suo idolo. Nella magnifica cornice di Wembley, tutto uno stadio si è emozionato per questo piccolo lottatore ormai "migliore amico" di tanti giocatori di Premier League.

Un abbraccio con il suo eroe Defoe, poi si scende in campo in braccio a lui. E durante l'inno l'emozione trattenuta a fatica dal giocatore del Sunderland, che qualche settimana fa era andato a trovare Bradley in ospedale e aveva lasciato che si addormentasse tra le sue braccia. "Spero che tu abbia trascorso una giornata grandiosa, Bradley. E' stato perfetto entrare con te a Wembley...", ha twittato Defoe dopo la partita. E quel gol che aperto le marcature della vittoria all'Inghilterra contro la Lituania è la ciliegina perfetta per la serata. Eroe di Wembley per un giorno, il piccolo Bradley ha ricordato che il calcio può essere molto più di uno sport.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche