Belgio, Martinez: "Nainggolan fuori? Decisione tecnica, non esiste un caso"

Mondiali
nainggolan_belgio

Il commissario tecnico della nazionale belga ha parlato della mancata convocazione del centrocampista della Roma: "E' tra i giocatori che osserviamo, la squadra adesso sta facendo bene e lui viene da partite tatticamente complicate"

Così importante nella Roma, sia quella che fu di Luciano Spalletti sia in quella attuale di Eusebio Di Francesco, eppure non necessario in nazionale. E’ lo strano caso di Radja Nainggolan, che è stato tenuto nuovamente fuori dall’elenco dei convocati del Belgio per i prossimi impegni. Il commissario tecnico Roberto Martinez non ne vuole fare un caso: “La decisione su di lui è soltanto calcistica. Abbiamo scelto di proseguire sulla strada intrapresa, abbiamo giocato due buone gare e tatticamente abbiamo trovato la quadratura giusta”. Tuttavia, il Belgio è già qualificato, ma il c.t. non vuole perdere le intese trovate tra i calciatori a disposizione. “Per me è importante continuare con gli stessi, le prossime due partite vanno ugualmente vinte. Non è il momento di fare modifiche o esperimenti” ha detto in conferenza stampa.

Martinez: “Non esiste un caso”

Chiaramente, è un’esclusione che fa scalpore, non soltanto in Italia. Ma Martinez minimizza nuovamente: “Voglio decidere sempre nel miglior modo per la squadra e al momento ci sono altri giocatori che stanno facendo bene in nazionale, non c’è nessun caso Nainggolan. Siamo stati i primi in Europa a qualificarci per i Mondiali, segno che le mie scelte sono state giuste. Radja è tra i cinquanta calciatori che teniamo d’occhio, ma tatticamente viene da partite complicate nell’ultimo periodo”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche