Qualificazioni Mondiali, Venezuela-Uruguay 0-0. Risultato e highlights

Mondiali
cavani_uruguay

L'Uruguay di Oscar Tabarez viene fermato dal Venezuela, ultimo nel girone sudamericano con soli 8 punti, a San Cristobal. Cavani e Suarez non riescono a superare la difesa dei padroni di casa, esordio in Nazionale per Bentancur nel secondo tempo

CLICCA QUI PER RIVIVERE IL LIVE DELLA PARTITA

LA CLASSIFICA DEL GIRONE SUDAMERICANO

VENEZUELA-URUGUAY 0-0

Da Venezuela-Uruguay ci si aspettava sicuramente di più. Dall’Uruguay ci si aspettava molto di più, soprattutto. In fondo gli uomini di Tabarez sapevano bene che con una vittoria avrebbero staccato in anticipo il biglietto per i prossimi mondiali in Russia. Ma la ‘vinotinto’ in crescita e in fiducia, reduce da un pari in Argentina, in campo ha concesso davvero poco, anche se a conti fatti è più mancata la Celeste, che sulla carta avrebbe armi molto più letali a propria disposizione. In realtà dopo una discreta partenza gli ospiti si sono lasciati trascinare in una sfida confusa, fatta di brevi allunghi e ruvidi duelli, abboccando alla tattica predisposta da Dudamel e tesa a occupare gli spazi e concedere poca libertà di fraseggio agli avversari. Lo 0-0 dopo i primi quarantacinque minuti ci stava tutto, con Suarez e Cavani annullati e nervosi più pronti a protestare a ogni contatto che a cercare palloni giocabili. Al giro di lancette della prima ora di gioco, non più di un paio di squilli per parte sul taccuino e test di reattività superati per entrambi i portieri. Nell’ultima mezz’ora, dopo l’ingresso in campo di Bentancur prima e di De Arrascaeta poi, l’Uruguay si è fatto più pericoloso e proprio in dirittura d’arrivo ha sfiorato in un paio di occasioni la rete con i suoi gioielli d’attacco. Troppo tardi per cambiare ritmo, troppo poco per trovare il Venezuela disposto a buttare tutto all’aria dopo tanta fatica. Lo zero a zero finale non manda al check-in per Mosca gli uruguagi, forse alla fine gli sta persino un po’ stretto. Ma per il fanalino di coda Venezuela è un premio importante: la strada per crescere è quella giusta, anche se per la verità appare ancora molto lunga da percorrere…

Così in campo:

Venezuela (4-4-2): Farínez; García, Chancellor, Villanueva, Quijada; Córdova (79' Soteldo), Rincón, Moreno, Murilo (83' Lucena); Rondón, Martínez (68' Otero).
Uruguay (4-4-2): Muslera; Pereira, Godín, Giménez, Cáceres; Nández (83' Gonzalez), Valverde (78' De Arrascaeta), Vecino, Rodríguez (64' Bentancur); Cavani, Suárez.

CALCIO: SCELTI PER TE