Spagna, Lopetegui e Ramos in conferenza prima dell'Albania: "Giorni difficili"

Mondiali
sergio_ramos_getty

Nel bel mezzo del caos relativo alla situazione che riguarda Piqué e la Catalogna, La Roja si troverà ad affrontare l'Abania per mantenere il primo posto nel girone e accedere direttamente al Mondiale in Russia. Lopetegui e Sergio Ramos hanno presentato la sfida così

Giornate impegnative per la Nazionale spagnola che deve preparare le prossime gare per consolidare il primo posto nel suo girone di qualificazione al Mondiale. La squadra di Lopetegui tra poche ore scenderà in campo contro l'Albania anche se le attenzioni di tutti, negli ultimi giorni, si sono concentrate principalmente sulla situazione Piqué. Il difensore del Barcellona che ieri si è presentato davanti alla stampa per parlare della sua situazione dopo il referendum in Catalogna domenica, sarà in campo contro la squadra allenata da Panucci e il suo compagno di reparto Sergio Ramos ha parlato in conferenza stampa insieme al commissario tecnico per tornare sull'argomento e per presentare anche la gara che si giocherà ad Alicante.

Le parole del capitano

"Questa è stata una settimana difficile per il gruppo - ha detto Sergio Ramos - si sono mescolate cose di politica e sportive e questo non deve mai succedere. Nei giorni scorsi ho ritenuto opportuno non parlare perché avevo bisogno di confrontarmi con Piqué e con l'allenatore. Io non sono portavoce di nessun partito politico, sono il capitano della Spagna e basta. Come spagnolo questa situazione mi infastidisce per l'immagine che stiamo dando al mondo, ma speriamo che tutto si possa risolvere il prima possibile. Io e Gerard abbiamo un ottimo rapporto nonostante i nostri caratteri diversi e la nostra differenza nel pensare e nel vivere certe cose. Non deve esistere alcun problema tra noi due quando ci troviamo sulla stessa barca e dobbiamo remare nella stessa direzione".

"Dobbiamo restare concentrati"

"Se chiedo ai tifosi di non fischiare Piqué? Ai tifosi non si può chiedere nulla, sono liberi e possono esprimersi. Io ho un ruolo come capitano che è quello di lavorare per l'unità del gruppo e per la buona armonia. Non vogliamo che ciò che accade fuori dalla squadra ci deconcentri perché abbiamo un obiettivo complicato da centrare. Abbiamo una tifoseria unica e speriamo di poter vivere un buon ambiente domani al di là di tutto ciò che accaduto di recente. Le cose non positive servono per imparare e per rinforzare il gruppo, vogliamo soltanto vincere contro l'Albania e fare un altro passo verso il Mondiale".

"Abbiamo delle responsabilità"

Così Lopetegui: "Qui ad Alicante siamo stati ricevuti in maniera molto buona - ha iniziato dicendo l’allenatore - rimarremo poco tempo qui ma siamo molto contenti. Ci interessa soltanto la partita contro l'Albania, ci giochiamo molto, siamo molto concentrati per arrivare al massimo delle nostre possibilità e riuscire così a portare a casa un risultato importante. Cercheremo di attaccare e difendere bene. Proveremo a fare come sempre la nostra gara. Nella gara di domani ci giochiamo il Mondiale e arriveremo così alla conclusione di un anno e mezzo di lavoro intenso. Per questo motivo l'unico nostro obiettivo è vincere. Non abbiamo il minimo dubbio per quello che riguarda ciò che è davvero importante ora, ma sappiamo anche che siamo persone e siamo immersi in delle situazioni che succedono. Ma dobbiamo ricordarci quali sono le nostre responsabilità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche