Polonia, Lewandowski dal cuore d'oro: l'attaccante polacco realizza il sogno di un suo piccolo tifoso disabile

Mondiali

Robert Lewandowski ha realizzato il sogno di un piccolo bimbo malato di atrofia muscolare, permettendogli di scendere in campo insieme a lui prima del match tra Polonia e Montenegro

Una lettera densa di emozione, una penna per disegnare un sogno e trasformarlo in realtà, grazie alla bontà di un fenomeno chiamato Robert Lewandowski. Questa volta doti tecniche e qualità contano relativamente, è del lato umano che si parla, quello che a volte segna la differenza tra piccoli e grandi uomini. Il gesto dell’attaccante polacco non può passare inosservato, in particolar modo se serve a rendere meno amara la vita di un bambino disabile. Il suo nome è Franek e, qualche settimana fa, ha pensato di inviare una lettera al proprio idolo per realizzare il sogno di incontrarlo. Complicato? Nemmeno per sogno, perché la Federazione polacca ha ricevuto la richiesta del piccolo Franek e l’ha accolta, facendogli incontrare Lewandowski e permettendogli di entrare con lui in campo in occasione del match giocato nella giornata di domenica contro il Montenegro. Dimenticata per un giorno l’atrofia muscolare che lo affligge, Franek ha pensato solo a sorridere e a godersi il momento, ammirando estasiato quel signore accanto a lui che, finora, aveva guardato solo in tv.

La vittoria che vale il Mondiale

Alla Polonia bastava un solo punto per staccare il pass per Russia 2018. Lewandowski e compagni non hanno fatto calcoli e hanno travolto il Montenegro 4-2 nell’ultimo match del proprio girone. Dopo appena 6 minuti la Polonia trova il gol del vantaggio. Lewandowski allarga per Piszczek, cross al centro per Zielinski, che prova la conclusione di prima intenzione. Il tiro del giocatore del Napoli viene intercettato da Maczynski, che corregge la traiettoria indirizzando il pallone in rete. Secondo gol in 7 partite per il centrocampista del Legia Varsavia. Passano 10 minuti e la Polonia raddoppia. Azione personale di Zielinski, che porta palla fino al limite dell’area. Nessuno riesce a fermarlo, alla fine il centrocampista del Napoli cede il pallone a Lewandowski, che premia l’inserimento di Grosicki con una sponda perfetta. L’attaccante dell’Hull City prende la mira e batte Petkovic, segnando la sua terza rete in 9 partite. Il Montenegro prova la rimonta con le reti di Mugosa e 83' Vukcevic, ma la Polonia chiude i conti nel finale: gol di Lewandowski e autorete di Stojković per il definitivo 4-2.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche