Mondiali 2018, la Var sarà in Russia: ora è ufficiale

Mondiali
infantino_getty

Dal meeting di Bogotà, il presidente della Fifa Gianni Infantino ha ufficializzato la decisione già presa dall'Ifab lo scorso 3 marzo: quello russo sarà il primo Mondiale con l'utilizzo del Var

COSA ERA STATO DECISO IL 3 MARZO

TUTTE LE NOTIZIE SUL VAR

Dopo l’Ifab del 3 marzo scorso era solo una formalità. Dall’Agora Convention Centre di Bogota, dove è andato in scena un meeting della Fifa, il presidente Gianni Infantino lo ha ufficializzato: ai Mondiali di Russia sarà utilizzato il Var. "Siamo molto contenti di questa approvazione", ha detto il numero uno della Federazione, definendola una "decisione storica". L’arbitro - è stato deciso - potrà ricorrere all’aiuto del suo video assistente solo in quattro casi: per decidere se convalidare un gol, per attribuire un cartellino rosso, per analizzare un’azione potenzialmente da rigore e, infine, per correggere un errore di identificazione di un giocatore sanzionato. Infantino ha poi spiegato che con l’aiuto dei Var ai Mondiali, gli arbitri potranno disporre di un aiuto per ridurre gli errori nel corso della partita: “Nel 2018 non è possibile che tutto il mondo possa sapere in un minuto che l’arbitro ha commesso un errore e il diretto interessato no perché noi glielo abbiamo impedito”, ha aggiunto. Nelle prossime settimane i Var saranno istruiti con l’aiuto del team e di Pierluigi Collina, presidente della Commissione arbitri della Fifa: "Prepareremo al meglio gli arbitri", ha aggiunti Infantino. Da sabato, i direttori di gara, tra cui l’italiano Rocchi, e i tre Var del nostro movimento (Orsato, Irrati e Valeri) si stanno già preparando a Dubai.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche