Mondiali 2018 Russia, il messicano Gallardo riceve l'ammonizione più veloce della storia dopo 13 secondi

Mondiali

Il terzino messicano è stato punito per una gomitata ai danni dello svedese Toivonen ed ha stabilito un nuovo primato, stracciando via il precedente detenuto dal russo Gurlukovich a USA 94: 54 secondi

RUSSIA 2018: IL CALENDARIO

CLASSIFICA GIRONE PER GIRONE

Tutti i calciatori sognano di finire nella storia dei Mondiali. C'è chi lo fa segnando il gol decisivo in una finale, chi realizzando una rete da cineteca e chi compiendo un miracolo tra i pali. Ci sono poi gli episodi negativi che restano comunque utili per finire nei libri delle statistiche e dei record. Se poi l'episodio si concretizza in un semplice cartellino giallo, allora ognuno è pronto a sacrificarsi pur di finire nel novero delle curiosità che ci ha offerto in tutte le sue edizioni la Coppa del Mondo. Per maggiori informazioni chiedere a Jesus Gallardo, terzino del Messico che, nel match contro la Svezia, è diventato il calciatore ad aver ricevuto dopo meno tempo un cartellino giallo nella storia della competizione. 13 secondi sono bastati al calciatore della Tricolor per finire nel taccuino dell'arbitro argentino Pitana che gli ha sventolato l'ammonizione più veloce di sempre per un braccio largo che ha messo al tappeto per qualche secondo Toivonen. Un provvedimento che ha condizionato di conseguenza tutta la sua partita, ma che è riuscito a completare senza ulteriori conseguenze. Alla fine la Nazionale di Osorio ha evitato di chiudere la sfida in inferiorità numerica, ma non è bastato a impedire la netta sconfitta per 3-0 contro gli scandinavi. Un ko raccolto però col sorriso dei giorni migliori perché la qualificazione agli ottavi di finale, grazie alla contemporanea disfatta della Germania contro la Corea del Sud, è arrivata lo stesso. Pericolo scampato anche per Gallardo che potrà partecipare alla fase a eliminazione diretta e sarà in campo contro la capolista del girone E.

Gallardo batte Gorlukovich

Gallardo finirà nella storia, scacciando dalla poltronissima di calciatore ad essere stato più velocemente il russo Gorlukovich. Il difensore deteneva infatti questo particolare record prima di oggi e risaliva a USA 94. Curiosamente la sfidante della Nazionale che oggi è Paese ospitante era nuovamente la Svezia che uscì vincitrice anche da quell'incontro per 3-1. Gorlukovich, ammonito dopo 54'', invece riuscì a fare peggio del messicano perché incassò dopo 49 minuti il secondo giallo e finì anzitempo negli spogliatoi. Ancora più "sfortunato" fu infine l'uruguaiano José Batista che al Mondiale di Messico 1986, nel corso della terza e ultima sfida della fase a gironi contro la Scozia, fu espulso dopo appena 53 secondi per un duro tackle nei confronti di Gordon Strachan. Come si suol dire, «bene o male, l'importante è che se ne parli».

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche