Italia-Olanda, Mancini: "Potevamo vincerla, ma ci qualificheremo"

Nations League
©LaPresse

Il ct analizza l'1-1 di Bergamo contro l'Olanda: "Sapevamo che sarebbe stata una gara dura, e occasioni più clamorose e pulite le abbiamo avute noi. Polonia davanti a noi in classifica? Va bene. Vinceremo le prossime due e ci qualificheremo. Immobile segnerà in futuro, Chiesa diventerà una grande ala". Un pensiero anche per la città simbolo della pandemia in Italia: "Mi spiace di non aver vinto, ma siamo felici per aver visto sugli spalti i sindaci della zona"

ITALIA-OLANDA 1-1: AZZURRI SECONDI NEL GIRONE

L'Italia va avanti ma l'Olanda la raggiunge. Donny Van de Beek risponde a Lorenzo Pellegrini nell'1-1 del Gewiss Stadium e dopo il pareggio di Bergamo (il secondo di fila dopo quello di domenica a Danzica contro la Polonia) gli Azzurri non sono più al comando del loro girone di Nations League, sorpassati dalla Polonia. Lewandowski e compagni vanno a quota 7 punti, a +1 sull'Italia e +2 sull'Olanda, con la Bosnia a 2. "Partita combattuta - la analizza il ct Roberto Mancini ai microfoni Rai- le occasioni più clamorose e pulite le abbiamo avute noi. Nel calcio in generale poi bisogna segnare, è stata una prova dura, tosta, maschia ma sono fiducioso. Polonia davanti a noi in classifica? Va bene. Vinceremo le prossime due e ci qualificheremo" è la certezza del ct. "Sono stati 12 giorni intensi, i ragazzi hanno fatto tutto bene in due partite difficili. Queste sono partite che ti fanno crescere e capire che si può migliorare ancora, ci spiace solo di non aver vinto. La reazione l'abbiamo avuta".

"Immobile? Segnerà nelle prossime partite"

leggi anche

Le pagelle dell'Italia: Barella top, giù Jorginho

Spazio anche per l'analisi delle prestazioni dei singoli. "Le occasioni per Immobile? Capita di sbagliare, gli attaccanti hanno momenti in cui fanno tanti gol o sbagliano. Se li sarà tenuti per le prossime due partite dove dovremo vincere, siamo ancora in ballo. Chiesa? Ha avuto un problema allo stomaco dopo 20 minuti poi a fine primo tempo. Ha qualità enormi per diventare una grande ala e deve lavorare per far questo". Di fronte gli Azzurri hanno avuto un'Olanda che si è difesa a 5 e non a 4 come nella gara di andata giocata a settembre ad Amsterdam, vinta dall'Italia in trasferta. "Loro hanno cambiato modulo all'ultimo minuto per la prima volta, sapevamo che sarebbe stata una gara dura a prescindere - spiega Mancini - ci sono anche gli avversari, ti mettono in difficoltà e può capitare: il risultato è tutto sommato corretto". Con un pensiero anche alla speciale sede di gioco, Bergamo: "Siamo stati felici di essere qui, mi dispiace di non aver vinto e felici per aver visto sugli spalti i sindaci della zona: è stata una bella serata".