user
27 maggio 2018

Nazionale, Balotelli tormenta Insigne sui social: l'Italia riparte dalla nuova strana coppia. VIDEO

print-icon

Contro l'Arabia Saudita inizierà l'anno zero del calcio italiano. Mancini riparte anche da Balotelli e Insigne: numero 9 e 10 di una nuova strana coppia scoppiata in Nazionale. Sui social super Mario è scatenato, e tormenta il compagno di stanza Lorenzo. Tanto affiatamento fuori dal campo, ma dentro? Insieme hanno condiviso appena due partite, e meno di 70 minuti in azzurro...

LA CRONACA DI ITALIA-ARABIA SAUDITA

A indovinare il risultato della finale di Kiev non ci voleva certo un oracolo. “Chi vince?” - chiede Balo. “Real” - risponde Insigne, e così sarà. Troppo facile però per due che masticano calcio come loro capire chi fosse il più forte in campo, al netto della sfortuna Reds e delle papere di Karius. Con loro c’era certamente anche Donnarumma, uno che una serata da incubo (anche se molto meno pesante) l’aveva toccata nella finale di Coppa Italia contro la Juventus. Tutti insieme a Coverciano, perché l’anno zero del pallone italiano riparte dall’Arabia Saudita, con Mancini in panchina e una strana coppia là davanti in attacco: Balo e Insigne. Insigne e Balo. Titolari nel probabile tridente con Politano, e certamente con anche tante responsabilità sulle spalle, e sulla schiena. Giusto, ci sono anche i numeri a dire qualcosa. Super Mario avrà il 9, quello di tutta la carriera in azzurro e dei due gol alla Germania in semifinale nell’Europeo del 2012. Via la maglia, fuori i muscoli, prima delle lacrime contro la Spagna. Accanto a lui ci sarà Insigne, uno che è un numero 10 per vocazione: talento, estro, fantasia da fuori…classe. Fuori… e basta, lo era invece stato nel ritorno dello spareggio contro la Svezia a San Siro. Zero minuti concessi a lui da Ventura, dopo i 14 dell’andata del patatràc Mondiale. È finito lì il vecchio calcio italiano, quello del trionfo del 2006 ma anche di due eliminazioni consecutive ai gironi nella Coppa del Mondo, ed è pronto a ripartire in meno di ventiquattro ore. Qualche scommessa, certezze poche (ma qualcuna c’è) e due giocatori: la strana coppia, appunto: Balo per l’ennesimo riscatto, Insigne per la definitiva consacrazione.

Insigne, la cravatta è un... problema se c'è Balotelli

Fuori e dentro al campo

Classe 1990 Balotelli. Classe 1991 Insigne. Al termine del prossimo Europeo - la prima vera tappa dell’Italia di Mancini - saranno a ridosso dei trent’anni. Difficile avere altre chance dopo: il futuro è ora, e loro due per il momento hanno già incominciato con l’affiatamento fuori dal campo nella stessa camera a Coverciano, in attesa di quello in campo. L’idea è quella: Insigne suggerisce, Balo colpisce, un meccanismo che potrebbe certamente portare tanta gioia al tifo azzurro di una nazione che ancora forse non si è resa definitivamente conto che, al Mondiale di Russia, non ci sarà nessuno per cui tifare. Nel frattempo allora ci sono i social a raccontare del loro rapporto. Video, scherzi, tante risate, e al numero 24 del Napoli, 10 della Nazionale, sembra di essere in una sorta di reality show. Le note di Pino Daniele risuonano nello spogliatoio: Lorenzo canta, Mario riprende col telefono, allora Lorenzo smette e lo guarda scocciato. “Perché non canti più?” - chiede allora sempre Balo. Motivo ovvio, tra scocciature continue in stanza e fuori. La Instagram stories più recente è di un nodo alla cravatta fatto completamente saltare da Super Mario al fantasista del Napoli. Per non citare la foto in cui Balo lo prende in braccio: “Momenti in nazionale con mio figlio Insigne”. Affiatamento? Sì, fuori certamente c’è. In campo forse un po’ meno. 33 le partite di Super Mario in azzurro (con 13 gol), 23 quelle di Insigne (con 4 reti), ma appena tre partite condivise da entrambi, e mai dal primo minuto. Armenia nelle qualificazioni Mondiali del 2013, Lussemburgo nel 2014 in un’amichevole dove la girandola di cambi non li fece stare in campo insieme nemmeno per un istante, e Costa Rica: la seconda sfida della Coppa del Mondo brasiliana persa, anche quella 1-0. Il successivo match sarà un altro ko, sempre 1-0, dall’Uruguay di Godin. Balotelli verrà sostituito da Prandelli all’intervallo, e quella rimarrà la sua ultima partita di sempre con l’azzurro indosso. E l’anno zero del pallone italiano ripartirà anche da loro due. Il 9 e il 10. Balo e Insigne: la strana coppia, scoppiata in Nazionale.

Nazionale italiana, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi