Mancini: "La porta della Nazionale è aperta a tutti. Raspadori e Tonali in crescita"

Nazionale

Il CT della Nazionale parla a Sky Sport a margine del Gran Galà del Calcio: "La Serie A è bella, ma gli italiani che giocano sono sempre quelli, al momento non ce ne sono altri". E sui singoli: "Zaniolo se farà bene verrà richiamato, Raspadori sta giocando partite importanti. Tonali tra i migliori a centrocampo"

GRAN GALA DEL CALCIO, LE PREMIAZIONI LIVE

"La porta della Nazionale è aperta a tutti quelli che possono essere funzionali alla squadra". È un chiaro messaggio quello lanciato dal commissario tecnico Roberto Mancini ai microfoni di Sky Sport nella serata del Gran Galà del Calcio AIC. Un'Italia che spera nei giovani come Raspadori, elogiato dal CT: "Il vantaggio è che qualche giovane sta iniziando a giocare partite importanti, come Raspadori in Champions League - spiega - Disputando questi match possono migliorare. Questo è il vantaggio di questo inizio campionato per qualcuno dei nostri". Poi il passaggio su Zaniolo, non convocato negli ultimi impegni: "Ha grandi qualità, veniva da un infortunio e chiamarlo per mandarlo in tribuna non ci sembrava giusto. Se in futuro farà bene, verrà chiamato così come altri". 

"Bella Serie A, ma gli italiani sono quelli"

leggi anche

Gran Galà del Calcio, Leao miglior giocatore

Tanta qualità, ma pochi azzurri. Quasi un paradosso per la Serie A dove Mancini deve fare i conti con i pochi italiani schierati: "Anche se il campionato è bello, gli italiani sono quelli, al momento non ce ne sono - ammette - Il lavoro del CT è un po' più difficile rispetto al passato: ai miei tempi, a 20 anni, avevamo giocato 100 partite in Serie A". Poi il commento sulle prime partite di campionato: "Tutte le squadre provano a giocare, ho visto Atalanta-Milan e sembrava un match di Premier League per l'intensità. Il Napoli, inoltre, sta facendo cose straordinarie. Sarà un campionato un po' anomalo vista la pausa di due mesi, chissà cosa accadrà a gennaio". 

"Tonali tra i più bravi a centrocampo"

leggi anche

Tonali trascina ancora il Milan, Verona ko 2-1

Mancini, che ha ammesso che avrebbe votato Stefano Pioli come miglior allenatore tra i premi AIC, ha speso parole d'elogio per Sandro Tonali: "Quando ha debuttato in Nazionale giocava al Brescia - aggiunge - Sta migliorando e ha grandi qualità, a centrocampo abbiamo tanti giocatori bravi e lui è tra i migliori. Con i giovani serve pazienza e a volte devono sbagliare".