Premier, per il City i ricavi aumentano: ecco come. United più vicino...

Premier League
De_Bruyne_Getty

I Citiziens aumentano i profitti del proprio bilancio e si avvicinano ai Red Devils: ora sono secondi davanti a Chelsea, Arsenal e Liverpool. La squadra di Guardiola regista un aumento del 21% rispetto all'ultimo bilancio

I bilanci prima di tutto. E i profitti. Soprattutto in Premier League, dove la "ricchezza" di un club è molto più alta rispetto ad altri campionati d'Europa. In vetta, come al solito, c'è il Manchester United di Mourinho, con dei ricavi pari a 581 milioni di sterline. E al secondo posto? Spazio ai rivali del Manchester City, il cui presidente è Khaldoon Al Mubarak. Bilancio: 473 milioni. Dettaglio: in continua crescita, tant'è che nell'ultimo anno - come riporta il Daily Mail - i Citiziens hanno avuto un incremento del 21%. Il tetto salariale, poi, è salito del 37%, da 197,58 milioni di sterline a 264. E questo li mette davanti allo United, "fermo" a 263,5. 

Gli acquisti dell'estate

Durante l'ultima sessione di mercato, infatti, il Manchester City ha investito su diversi giocatori: è il caso di Mendy, Walker, Bernardo Silva, i 40 milioni per Ederson, Danilo e altri. Rinforzi importanti per vari fattori: Guardiola&co sono in testa alla Premier, hanno 31 punti e guidano la classifica con ben 8 lunghezze di vantaggio sullo United. In più, sono in cima al proprio girone di Champions, dove hanno battuto il Napoli per 4-2. Come ricavi invece no: lo United è ancora al primo posto, ma nella classifica-ingaggi vincono loro. I Citiziens. Seguono Arsenal, Liverpool, Chelsea e Tottenham, che chiude quest'ultima "top sei". 

Al Mubarak: "Continuiamo a crescere"

Questo il commento del presidente del City Al Mubarak: "Questa relazione significa che i nostri fan possono vedere il vero stato dettagliato di ogni aspetto del club. Quello che speriamo di trovare è che l'organizzazione calcistica e le attività off-field abbiano la simmetria e il giusto equilibrio per consentirci di continuare a rafforzarci ulteriormente e continuare la nostra crescita". E ancora: "Un investimento mirato nell'estate del 2016 in alcuni giovani talenti, unito alle capacità esistenti della squadra, ha portato ad un inizio impressionante di stagione e ad alcune performance memorabili". 10 anni di Mansour, proprietario del Manchester City: "E' un periodo relativamente breve in 120 anni di storia del club, ma il viaggio è ancora lungo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.