Everton-Liverpool 0-0, senza reti il derby del Merseyside. Gli highlights

Premier League

A Goodison Park i Toffes di Allardyce non riescono a portare a casa un derby non particolarmente entusiasmante. Nella prima parte meglio i Reds che sfiorano il gol con Solanke. Nel finale l'Everton spreca. Il Liverpool resta terzo, Everton sempre nono

CITY-UNITED 2-3, MOU ROVINA LA FESTA A PEP: GLI HIGHLIGTHS

RIVIVI LE EMOZIONI DI EVERTON-LIVERPOOL

EVERTON-LIVERPOOL 0-0


Everton (4-2-3-1):
 Pickford, Coleman, Jagielka, Keane, Baines; Schneiderlin, Rooney (57' Gueye); Walcott, Davies (80' Baningime), Bolasie (61' Calvert-Lewin), Tosun.

Liverpool (4-3-3): Karius, Clyne, Lovren, van Dijk, Klavan; Henderson, Wijnaldum, Milner (69' Chamberlain); Mané, Ings (74' Firmino), Solanke. 

Un pari che, in termini spiccioli e conti alla mano, non serve a molto. Per entrambe. Il Liverpool non riesce nemmeno momentaneamente a superare al secondo posto in classifica il Manchester United e l'Everton non accorcia più di tanto sul sesto posto occupato dal Burnley. Il derby della Merseyside è stato sostanzialmente diviso in tre parti. Una prima in cui il Liverpool ha dominato il gioco, una seconda in cui è prevalso l'equilibrio seppur con supremazia territoriale dei Reds, e una terza, quella finale, in cui l'Everton ha raschiato il fondo del barile, si è giocato il tutto per tutto per provare a vincerla. Nulla di fatto, 0-0 a Goodison Park, l'Everton rimane ancora senza vittoria del derby di Premier da 17 partite. Per il Liverpool, forse, un buon punto considerando le fatiche di Champions e la straordinaria prova disputata contro il Manchester City.

Il Liverpool domina ma è impreciso

Le scelte di Klopp hanno portato a vedere un Liverpool senza Firmino e Salah in avanti e Chamberlain a centrocampo, mentre Allardyce ha recuperato Gueye che è stato schierato, però, solo a gara in corso. Dicevamo dell'avvio, tutto di marca Reds. Everton circondato e Pickford a fare gli straordinari soprattutto sui ripetuti tentativi di Solanke. L'Everton ha avuto una buonissima occasione con un bel destro a giro di Bolasie ma Karius è stato prodigioso nella deviazione in angolo. Milner ha provato a dare quantità e potenza alla manovra del Liverpool ma anche i suoi tentativi dalla distanza sono stati resi vani da Pickford e da una cronica imprecisione.

La reazione dell'Everton non basta

Il tema dell'inizio ripresa ha più o meno ricalcato quello della prima frazione anche se l'Everton ha tenuto meglio il campo, esponendosi meno alle iniziative degli uomini di Klopp provando a ribattere colpo su colpo. Una strategia, quella di Allardyce, per arrivare a un finale di gara che si è improvvisamente acceso. I cambi effettuati dal manager dei Toffees inserendo Calvert Lewin e Gueye soprattutto hanno restituito brillantezza alla squadra. Infatti, negli ultimi 15' di gara l'Everton ha sfiorato in almeno due circostanze il gol del vantaggio tra l'incitamento di Goodison Park e poi la delusione di fine gara per non essere riusciti a conquistare tre punti che mancano da troppo tempo. Per l'Everton testa alla prossima gara, il Liverpool già pensa al ritorno con il City.

I più letti