Manchester City, l'arrivo di Guardiola nel 2016 poteva saltare per colpa di una casa

Premier League

Nel nuovo libro sull'allenatore catalano, "Pep's City: the making of a superteam", viene riportato un curioso aneddotto, secondo cui nel 2016 la trattativa che lo avrebbe portato in Premier stava per saltare a causa di una casa. Le richieste dell'ex Bayern, infatti, erano ben precise...

A leggerlo adesso, il sorriso scappa inevitabile. Pol Ballus e Lu Martin hanno scritto un altro libro su Guardiola. Pep’s City: the making of a superteam, questo il titolo. Pagine di aneddoti e retroscena curiosi sull'allenatore che ha cambiato la storia del City, ma che poteva anche non mettere mai piede a Manchester. Già, tutta colpa di una... casa! Il tecnico catalano, arrivato in Premier nel mercato invernale del 2016, aveva delle richieste ben precise: un palazzo nel centro della città, proprio come durante i suoi anni al Bayern Monaco. Un desiderio che ha messo in serie difficoltà la dirigenza inglese, non solo per il costo in sè. Ma anche per una questione di logistica. Di qui la mossa del direttore sportivo Txiki Begiristain, che ha ordinato al collega David Quintana di andare in Germania per incontrare Pep in missione segreta: “Vai a Monaco ma non dirlo a nessuno. Sembra che abbiamo un problema con Il Tedesco” , le sue parole. I due si sono quindi incontrati in un ristorante vietnamita, in Baviera, senza tuttavia riuscire a risolvere la situazione: "Pep si rifiutava di vivere in un posto diverso dal centro della città e non c’era il giusto tipo di proprietà per soddisfare le sue richieste - si legge nel libro - Quintana si è poi giocato tutto: “Non preoccuparti, se è necessario costruiremo quello che vuoi. Ci servirà qualche mese, ma lo faremo”.

City Suites

Se, alla fine, Guardiola ha formato per il Manchester City, vuol dire che il problema casa è stato sistemato. Niente muratori o cantieri, perché l'allenatore catalano si è accontentato di un complesso di appartamenti a Salford chiamato City Suites. Il che lo ha reso felice. Secondo quanto riportato dal Manchester Evening, si tratta di due piani di appartamenti privati ​​dove vivono sia Guardiola che le altre star della squadra David Silva e Gabriel Jesus. Il palazzo si trova in una zona esclusiva, caratterizzata dai negozi e dai ristoranti più in voga della città. Un totale di 237 appartamenti dotati di grandi finestre che offrono una vista unica sulla Cattedrale. All’interno dell’appartamento spiccano tanti comfort: armadi ampi, letti enormi e tanto spazio libero. In comune ci sono una palestra, una vasca idromassaggio e una grande piscina. Il meglio per uno dei migliori. E per il Manchester City ne è valsa la pena.

I più letti