Manchester City, Guardiola cancella festa di Natale e esce clausola per addio. Ma lui nega

Premier League
©Getty

14 punti dal Liverpool capolista e festa di Natale cancellata. Guardiola non sta vivendo uno dei suoi momenti migliori sulla panchina del Manchester City. E secondo la stampa inglese ci sarebbe una clausola per l'addio anticipato alla fine della stagione, prontamente smentita dall'allenatore spagnolo: "Non è vero, la mia intenzione è di prolungare il contratto"

I numeri dicono che il City allenato da Pep Guardiola, dopo la sconfitta nel derby di Manchester, si trova a 32 punti in classifica in Premier. Il Liverpool capolista è avanti 14 lunghezze e per il momento sembra irraggiungibile da Aguero e compagni, fermi al terzo posto. Come rivela il Daily Mail Guardiola potrebbe anche lasciare i citizens già a giugno 2020 nonostante il suo contratto scada nel 2021. Questa "fuga anticipata" sarebbe possibile grazie a una clausola segreta che permetterebbe all'allenatore catalano di terminare il rapporto di lavoro con il City un anno prima della scadenza naturale se il club non si ritenesse soddisfatto di determinati risultati ottenuti in stagione.

Pep cancella la festa di Natale

Ma non è tutto. Guardiola, alla sua quarta stagione da allenatore del City, ha deciso di impedire ai propri calciatori di presenziare alla festa di Natale del club, tenutasi in settimana. Una decisione che non tutti hanno accettato di buon grado. Ma Pep è andato avanti per la sua strada, complice l'esperienza dello scorso anno quando si lamentò per il comportamento poco professionale di alcuni giocatori che avevano festeggiato fino all'alba. In quel periodo natalizio il City aveva incassato due sconfitte contro Crystal Palace e Leicester che avevano fatto infuriare Pep. L'ex Barcellona e Bayern Monaco non vuole che si ripetano gli errori passati e cerca di tenere il gruppo unito e concentrato. Ma si possono individuare segnali di un progressivo allontanamento tra lui e il mondo City. Sono le prove generali di un addio a fine stagione?

 

Guardiola: "Non è vero, non esiste nessuna clausola"

L'allenatore spagnolo è intervenuto in conferenza stampa sull'argomento, smentendo l'esistenza di questa clausola: "Non è vero, ho già detto nelle scorse settimane che la mia intenzione è di prolungare il contratto e restare a Manchester". Guardiola ha anche precisato le motivazioni che hanno portato all'annullamento della festa di Natale: "Siamo rientrati tardi dopo la partita di Champions e ho visto i giocatori un po' stanchi. Siccome avevamo una partita dopo 3 giorni, sia io che i ragazzi abbiamo preferito rimanere a casa con le nostre famiglie". Situazione tranquilla dunque secondo Guardiola, anche se il -14 in classifica dal Liverpool pesa. La sua squadra cercherà di accorciare le distanze già da domenica, quando alle 17.30 affronterà l'Arsenal all'Emirates Stadium.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche