Manchester City, Guardiola su Cancelo: "Decida se restare oppure no"

Premier League
©Getty

L'allenatore del City cerca una reazione da parte del portoghese, tornato a giocare con l'Everton dopo sette panchine consecutive: "È un ragazzo e ha molte qualità. Ma deve decidere se restare qui e lottare oppure no". In estate i Citizens investirono per lui 65 milioni di euro

In estate sembrava amore, qualche mese dopo la storia è diventata un po' più complicata. Guardiola pensava di aver trovato in Cancelo il terzino perfetto. Corsa e tecnica, quanto basta per convincere il club a spendere 65 milioni di euro per il portoghese (con Danilo partito a sua volta per Torino destinazione Juventus). Tutti contenti, almeno apparentemente. Poi, però, sono nati i primi problemi: solo un minuto giocato dal classe 1994 nelle prime cinque giornate di Premier, quattro le panchine. Ad oggi sono solo cinque le presenze da titolare in campionato, dove Cancelo è tornato a giocare nell'ultima partita vinta contro l'Everton. Prima della sfida ad Ancelotti erano arrivate sette panchine consecutive, una vera e propria bocciatura. Che è di fatto stata confermata a parole dallo stesso Guardiola proprio nella conferenza stampa post Everton: "Ha grandi qualità - ha spiegato il tecnico del City - riesce a fare quei due o tre assist. E' un ragazzo, però deve decidere se vuole restare qui a lottare insieme a noi oppure no". Insomma, l'allenatore spagnolo attende una reazione da parte del suo giocatore, da cui si aspettava molto di più: "Qui nel regno Unito, poi, ognuno è libero di fare quello che vuole della propria vita", ha concluso. 

Via a gennaio?

In Inghilterra parlano di un possibile arrivederci di Cancelo, che potrebbe tornare in prestito nel suo vecchio Valencia in cerca di un ruolo da protagonista: "Ma noi l'abbiamo comprato per molti anni, non per sei mesi - ha risposto Guardiola - non so cosa accadrà tra qualche settimana e in estate ne discuteremo. Se un giocatore vuole andarsene, è semplice: l'agente deve chiamare il club e arrivare a un accordo. Se lo trova, allora il suo assistito può andare via. Altrimenti resta qui. Detto questo le voci sono voci, sono quelle che sono. Fino a quando gli agenti non chiamano, non mi interessa". Il duello ravvicinato con Walker sta andando male per Cancelo, che sperava di trovare più spazio: "Nell'ultimo mese abbiamo avuto il miglior Kyle (Walker) e gli devo dare continuità - ha spiegato Cancelo - Joao si sta adattando e ci può aiutare in molti, molti match".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche