Tottenham-Chelsea 6-5 d.c.r., Mourinho vince ai rigori e va ai quarti di Coppa di Lega

CARABAO CUP

Mourinho elimina Lampard nel primo degli ottavi di finale di Coppa di Lega inglese. Sblocca la sfida il primo gol in blues di Timo Werner, ma Lamela pareggia nel finale mandando la partita ai rigori. Segnano tutti tranne Mount, che scheggia il palo all'ultimo tiro. Episodio curioso al 76' con Dier e Mourinho che rientrano negli spogliatoi, il ritorno in campo due minuti dopo

MOURINHO SHOW: LITE CON LAMPARD, POI INSEGUE DIER. FOTO

TOTTENHAM-CHELSEA 6-5 d.c.r.

19' Werner (C), 84' Lamela (T)

 

TOTTENHAM (3-5-2): Lloris; Alderweireld, Dier, Tanganga (70' Kane); Aurier, Gedson Fernandes (63' Hojbjerg), Ndombélé, M. Sissoko, Reguilon; Bergwijn (76' Lucas), Lamela. All. Mourinho

CHELSEA (4-2-3-1): Mendy; Azpilicueta, Tomori, Zouma, Chilwell (66' Emerson); Jorginho, Kovacic (70' Kanté); Hudson-Odoi, Mount, Werner; Giroud (76' Abraham). All. Lampard

 

Ammoniti: Kovacic (C), Aurier (T), Tanganga (T), Jorginho (C)

 

Serie ai rigori: Dier (T) gol, Abraham (C) gol; Lamela (T) gol, Azpilicueta (C) gol; Hojbjerg (T) gol, Jorginho (C) gol; Lucas (T) gol, Emerson (C) gol; Kane (T) gol, Mount (C) palo

Il Tottenham vola ai quarti di finale di coppa. Chelsea ko. A "tradire" Lampard uno dei suoi pupilli, Mason Mount, l'unico a sbagliare su dieci rigoristi al termine dei novanta minuti. Prima la prima gioia di Werner. Poi il pari di Lamela. Mou sorride e passa.

La partita

Con una squadra quasi completamente diversa rispetto a quella vista nell'ultima giornata di Premier, e a due giorni dal fondamentale playoff di Europa League, Mou manda in campo un undici senza punte: Bergwijn e Lamela giocano davanti. Kane e Lucas entreranno solo nella ripresa. Bale non è in panchina così come Son. E se non è emergenza attacco, poco ci manca. Nel Chelsea Lampard parte invece con Giroud supportato da Hudson-Odoi, Mount e Werner, e sarà proprio l'ex Lipsia a sbloccare la partita: doppio errore del nuovo colpo spurs Reguilon, palla persa e poi scivolone sulla finta di Azpilicueta libero di sfornare un facile assist per il destro del tedesco, al primo gol in blues.

 

Se nel primo tempo il vantaggio del Chelsea era ampiamente meritato, è nella ripresa che il Tottenham spinge alla caccia del pari. Edouard Mendy (nuovo portiere del Chelsea appena preso dal Rennes per 24 milioni) è super su Reguilon a inizio secondo tempo. Poi per Mou dentro Hojbjerg, ma soprattutto Kane e Lucas, anche se inizialmente è il Chelsea ad avere le chance per segnare e chiudere il match. Episodio curioso al 76': Dier abbandona momentaneamente il campo lasciando i compagni in dieci. Pochi istanti dopo stessa scena, ma con Mourinho che lo segue negli spogliatoi. Entrambi rientrano qualche minuto dopo, causa inevitabile bisogno fisiologico per il centrale degli spurs, richiamato al più presto in campo dal suo allenatore. Nel finale poi il match si accende di nuovo: prima una grande chance per Kane, poi il pari Tottenham che arriva per davvero con Lamela servito da Reguilon, riscattatosi al meglio dopo lo svarione dell'1-0 Chelsea. Dopo novanta minuti il regolamento della coppa dice calci di rigore. Dier segna, Abraham anche. Così come Lamela, Azpilicueta e Hojbjerg (tutti nello stesso angolo alla destra dei portieri). Jorginho (rigorista ma reduce da un errore) rischia ma segna comunque. Lucas e Emerson non sbagliano e si arriva così agli ultimi tiri per parte: Kane è perfetto, Mount scheggia il palo. È l'epilogo, il Tottenham è ai quarti di Carabao Cup.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche