Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 ottobre 2016

Rigoni e Perin non bastano, il derby va alla Samp

print-icon
sam

L'esultanza di Quagliarella e Muriel dopo il gol del momentaneo 1-0 della Samp (Getty)

Partita intensa e divertente a Marassi: la spuntano i blucerchiati, passati in vantaggio con Muriel e poi riacciuffati da Rigoni. Perin para un rigore a Quagliarella, decisiva un'autorete di Izzo

SAMPDORIA-GENOA 2-1
12' Muriel (S), 24' L. Rigoni (G), 47' aut. Izzo (G)

E' un derby che non delude le aspettative quello che apre la 9.a giornata di Serie A. Samp e Genoa, reduci dai pareggi rispettivamente contro Pescara ed Empoli, si affrontano a viso aperto dando vita a un primo tempo ricco di occasioni ed emozioni. La prima di queste arriva da fabio Quagliarella, che al 3' si tuffa di testa su cross di Sala impegnando Perin. Passano dieci minuti e ancora Quagliarella ispirato da Bruno Fernandes serve a Muriel una palla che chiede soltanto di essere appoggiata in rete. Il colombiano non sbaglia e al 12' i blucerchiati sono avanti. Una liberazione per Muriel, che non segnava al Ferraris in Serie A dallo scorso febbraio, contro il Torino. La risposta del Genoa arriva al 24' con una bella iniziativa di Edenilson, il cui cross basso dalla destra permette a Luca Rigoni di trovare la zampata vincente: è l'1-1.
Alla mezzora il Genoa sfiora il vantaggio due volte, prima colpendo la traversa e poi vedendosi annullare un gol (di Pandev) dopo che Puggioni aveva respinto un'incornata di Burdisso. Il tap-in del macedone, irregolare a causa della posizione di fuorigioco dello stesso, viene subito segnalato dal guardalinee.
Nel finale di primo tempo arriva un brivido anche per Perin, sullo stacco di testa di Silvestre che trova l'incrocio dei pali. Al 45' ancora Perin protagonista: stende Quagliarella servito da Muriel e provoca il rigore per la Samp. Se ne incarica lo stesso Quagliarella che però non riesce a ingannare il portiere rossoblù, il quale azzecca l'angolo e manda le squadre negli spogliatoi sull'1-1.

Con l'avvio di ripresa il match non perde intensità: Quagliarella alla prima palla utile chiama Perin all'intervento. Un minuto più tardi un cross teso di Muriel costringe Perin alla respinta: sulla traiettoria c'è il suo compagno Izzo e la sfortunata carambola punisce il Genoa. La partita si fa tesa, Tagliavento inizia a sventolare i cartellini: ammoniti Linetty, Orban, Laxalt, Sala e Puggioni (quest'ultimo per perdita di tempo). Juric, dalla tribuna, usa il telefono per comunicare con Corradi che in panchina si gioca il primo cambio inserendo Munoz e poi Pavoletti per Rincon, per provare ad acciuffare il pareggio. Giampaolo invece si gioca la carta Ricky Alvarez che fa rifiatare un ottimo Bruno Fernandes, poi fa entrare Palombo per Torreira e nel finale toglie Muriel, che lascia il posto a Djuricic.
I cinque minuti di recupero sembrano interminabili, ma il derby della Lanterna termina 2-1 per la Samp, che riduce così a 1 solo punto il distacco dal Genoa in classifica, ma la squadra di Juric deve ancora recuperare la gara con la Fiorentina.