Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 novembre 2016

Sarri riparte da Mertens, l'uomo in più del Napoli

print-icon
mer

Dries Mertens è stato grande protagonista con il Belgio (Getty)

Il belga grande protagonista con la Nazionale rappresenta più di una soluzione per l’allenatore azzurro. A Udine la squadra di De Laurentiis ripartirà dai numeri di Dries per tornare a segnare e vincere

Uno, due, Dries, anzi tris, la regola del tre applicata a Dries Mertens, attaccante del Napoli e della Nazionale. Tre gol in campionato tre in Champions e tre con la maglia del Belgio. La punta buona per tutti i ruoli dell'attacco: a sinistra, falso nueve e anche a destra. Là dove è stato impiegato in nazionale nel 3-4-3 contro l'Estonia, due gol, un assist e un autogol procurato che in Italia sarebbe stato buono per la tripletta e per portarsi a casa il pallone della partita.

Questione di regolamenti, sfumature però perché la sostanza non cambia, Dries il jolly la conferma, la buona notizia per Maurizio Sarri a caccia di quei gol che ultimamente l'attacco fatica a garantirgli. Udine un'altra occasione per uscire dal guado, con Mertens, ovvio, irrinunciabile, Sarri dovrà solo decidere dove schierarlo, se al posto di Insigne, o al centro dell'attacco, al posto di Gabbiadini: ipotesi più che probabile considerando che l'attaccante italiano ancora deve smaltire totalmente l'affaticamento muscolare che gli è costato la nazionale.

Certo, visti gli ultimi i risultati Sarri potrebbe farlo giocare anche sulla destra al posto di Callejon, ma sarebbe una forzatura considerato il rendimento dello spagnolo in campionato: capocannoniere azzurro con 7 gol. Due in meno di Mertens tra Campionato Coppa e Nazionale. La regola del tre. La regola di Dries da applicare anche a Udine per raccogliere tre punti indispensabili per riprendere a correre.