Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 novembre 2016

Udinese, Delneri sfida il Napoli: "Senza paura"

print-icon
19_

L'allenatore dell'Udinese Delneri (ansa)

Torna il campionato di Serie A e nell'anticipo di sabato (ore 18) ecco Udinese-Napoli. L'allenatore dei friulani Luigi Delneri ha presentato il match in conferenza stampa

Dopo la pausa delle Nazionali, riecco la Serie A. E nell’anticipo del sabato (ore 18) andrà in scena Udinese-Napoli, allo stadio ‘Friuli’, match valido per la 13.a giornata di Serie A. Dalle sensazioni bianconere della vigilia agli avversari, l’allenatore dell'Udinese Delneri ne ha parlato in conferenza stampa.

"Il Napoli è costruito per fare bene in Italia e in Champions. Speriamo di non aver perso quello che avevamo 10 giorni fa. I ragazzi si sono allenati bene e come approccio alla partita. La sosta vale per tutti; un po' ci ha disturbato, ma questo vale per loro. Non dobbiamo svilire le nostre qualità. Dobbiamo mettere quello che abbiamo in campo. Non dobbiamo adattarci all'avversario, ma solo essere attenti a rispettare le loro qualità, per poi essere pronti ad affrontarlo con un giusto gioco di squadra, senza perdere di vista le piccole certezze dei nostri ultimi tempi. Anche il Pescara non aveva gente lenta davanti. Io penso che loro siano stati costruiti per ottenere grandi risultati. Se c'è un aiuto di squadra possiamo fronteggiare l'uno contro uno. Poi non penso che Wague sia così lento. Loro hanno segnato praticamente sempre, e domani speriamo di limitarli. Sappiamo che sarà una partita complicata, ma vogliamo tamponare le loro bocche da fuoco. Il Napoli gioca un calcio super in Italia, li rispettiamo, senza paura, che nel calcio non deve esistere. Cercheremo quindi di fargli mancare i riferimenti e di evitare di lasciare a loro l'uno contro uno. Il Napoli si batte da squadra, non singolarmente". Punto infortunati. Chi a disposizione, chi no. "Abbiamo un dovere, che è quello di recuperare giocatori importanti, come Hallfredsson e Penaranda, che ha bisogno di ancora tempo per trovare condizione fisica e conoscenza tattica. L'ho avuto troppo poco a disposizione. Cerchiamo di averli pronti per la partita di Cagliari. Jankto sta bene, così come Badu, che è rientrato in anticipo rispetto al solito. Abbiamo alternative importanti, come Kone, che ci può dare esperienza e possibili cambi tattici".

Udinese-Napoli, la partita di Duvan Zapata. In assoluto. L’attaccante colombiano è di proprietà del Napoli ma in prestito all’Udinese ancora fino a giungo. Come ha vissuto questa settimana il ‘9’ dei bianconeri? "Il tentativo di sviarlo dai suoi pensieri l'ha stimolato. A livello mediatico una cosa simile è stata fatta con Widmer, ma potete stare certi che domani tutti giocheranno al massimo, senza pensare al mercato, sperando che Zapata possa fare un gol, o magari due. Il mercato e le sue voci le accetto, ma non mi piace molto in questo momento dell'anno. Siamo uomini maturi, sgamati, e i ragazzi sanno che devono sputare sangue per la maglia che portano, e questo deve essere per loro un motivo d'orgoglio".