Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 dicembre 2016

Sassuolo, Di Francesco: "Pronti a dare il massimo"

print-icon
Eusebio_di_francesco_sassuolo_getty

Eusebio Di Francesco, allenatore del Sassuolo (Getty)

L’allenatore neroverde si augura di trovare una vittoria (che manca dallo scorso 16 ottobre) per provare a tornare nella parte sinistra della classifica: "Abbiamo bisogno dei tifosi, i ragazzi hanno fatto un’annata straordinaria e vanno sostenuti sempre", ha detto in conferenza stampa

Il bel pareggio contro il Napoli al San Paolo è ormai alle spalle, per il Sassuolo è il momento di concentrarsi sulla gara contro l’Empoli. Fare risultato per dare continuità e iniziare così, come ha spiegato Acerbi in settimana, un nuovo campionato. Anche Eusebio di Francesco si augura che i suoi ragazzi rispondano ancora in maniera positiva: "Non vinciamo dalla gara interna contro il Crotone? Al di là del fattore campo, la partita sarà delicata - ha detto l’allenatore in conferenza stampa - l’Empoli farà di tutto per complicarci la vita. Meriterebbero qualcosa in più rispetto ai punti che hanno in classifica ma per quello che riguarda noi abbiamo dimostrato di poter fare bene con tutti e il punto di Napoli lo ha dimostrato".

"Il desiderio di tutti è di tornare il prima possibile nella parte sinistra della classifica e so che questo gruppo ci può riuscire. Da troppo tempo non facevamo punti, avremmo meritato di più viste le prestazioni che abbiamo sempre fatto in campo. Dal punto di vista caratteriale ho visto quello che volevo, siamo pronti a dare il massimo fino alla fine. Serve maggiore attenzione nel palleggio e vogliamo rilanciarci sapendo che in ogni partita che affrontiamo perdiamo qualcuno per infortunio. Le scelte sono sempre difficili. Formazione? Pellegrini ha recuperato al cento per cento, ora le scelte più difficili riguardano gli esterni offensivi. Lì mi mancano gli uomini e per questo ho convocato anche Pierini che è un giovane. Ma quando avrà la sua chance la coglierà al meglio".

"Per quanto riguarda Magnanelli e Missiroli - ha aggiunto - il primo ha già fatto vedere di avere i novanta minuti nelle gambe; il secondo, invece, può giocate circa 65-70 minuti. Ma perché ritrovi la condizione devo farlo giocare". Giovedì, poi, i neroverdi saluteranno l’Europa League. "Dovrò fare un ragionamento in vista della partita che giocheremo, vorremmo vincere onorando la competizione alla grande fino all’ultimo minuto. Ora però bisogna concentrarsi sull’Empoli, una gara molto importante. Ai tifosi dico che capisco che la classifica può scoraggiare qualcuno, ma il sostegno ci serve sempre. Non dimentichiamoci che questi ragazzi, quest’anno, hanno fatto qualcosa di straordinario in Europa".