Mihajlovic: "Sono amareggiato, ma miglioreremo"

Serie A
04_mihajlovic

L'allenatore granata deluso dopo lo 0-0 contro il Sassuolo: "29 punti sono pochi". E poi punge Ljajic: "Da giocatori con la sua qualità mi aspetto di più"


Pari e patta. Non riesce al Torino di centrare l’obiettivo 31 punti, che Sinisa Mihajlovic si era prefissato per il girone d’andata. 0-0 a Reggio Emilia contro il Sassuolo, in una partita bloccata per gran parte della sua durata. Anche una traversa, nei minuti di recupero, a far tremare i granata. Al termine della partita, l’allenatore serbo ha parlato in questi termini.

La gara - "Sono amareggiato - ha detto l'ex Milan - questa partita potevamo e dovevamo vincerla. Soprattutto nel primo tempo abbiamo creato occasioni, quando è così serve cattiveria per segnare. Sono partite che devono essere decise dai giocatori di qualità. Ljajic sicuramente poteva fare molto di più. Non l’ho sostituito prima perché i giocatori con la sua qualità possono fare la differenza in qualsiasi momento. L’ho levato perché non ingranava e non potevo fare altrimenti".  

L'andata - "Un bilancio? 29 punti in un girone sono pochi per l’Europa. E’ un record per il Torino, ma servirà di più se vogliamo andare in Europa. Dobbiamo superarci, giocare contro noi stessi per arrivare a centrare questo difficile obiettivo. Non molliamo: andiamo per la nostra strada e i conti li faremo alla fine”.

Sul mercato - "La società sa cosa serve e farà tutto il possibile per rinforzare la squadra. In Coppa Italia non farò turnover”, ha concluso Mihajlovic.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche