Maran: "Con l'Inter venderemo cara la pelle"

Serie A
Rolando Maran, allenatore del Chievo
maran_getty

Dopo le sconfitte contro Atalanta e Fiorentina, i gialloblù ripartono dall'Inter. Sfida difficile da affrontare: "Vengono da 4 vittorie di fila, ma faremo di tutto per fermarli". Così l'allenatore del Chievo in conferenza stampa

Bella stagione per il Chievo: 25 punti, metà classifica e 15 lunghezze di vantaggio sulla zona salvezza. Ma dopo la brutta sconfitta con l'Atalanta, bisogna reagire. Obiettivo Inter. Nel mezzo la Tim Cup contro la Fiorentina: "A Firenze ho visto una bella risposta dopo la sconfitta, dovremo andare a Milano con la stessa convinzione". Ecco le parole di Maran in conferenza stampa, prima della sfida coi nerazzurri: "La settimana è stata corta, abbiamo avuto 3 partite in 6 giorni, ma la squadra sta bene e ha recuperato. Le due partite sono state smaltite bene, è ovvio che un giorno in più sarebbe servito per preparare meglio la gara coi nerazzurri".

Capitolo formazione - "L'Inter sta andando bene, adesso ha trovato la quadratura giusta con Pioli. L'allenatore ha dato un'impronta positiva alla squadra, lo dimostrano le ultime quattro vittorie consecutive. I risultati parlano chiaro: è una squadra che sta bene e che ha trovato gli equilibri giusti". Sensazioni pre Inter? "Mi aspetto che la squadra dia continuità alla prestazione di Firenze, con la speranza di essere un po più fortunati. Spero di tornare a casa con il risultato positivo perchè, anche se incontriamo una grande squadra, già con la Fiorentina abbiamo dimostrato di essere sul pezzo e di poter far bene. Troveremo l'Inter nel suo momento migliore, ma venderemo cara la pelle come abbiamo sempre fatto".

Qualche parola su Bastien, uno dei migliori contro i Viola - "Il suo inserimento sta andando benissimo. Purtroppo tra novembre e dicembre ha avuto un infortunio che lo ha un po' fermato, ma già a quel punto aveva fatto dei progressi notevoli. Adesso ha ritrovato la condizione e si è giocato bene le sue carte, entrando bene con la Roma e fornendo un'ottima prova a Firenze. Ero convinto che potesse fare bene, sennò non l'avrei schierato". Tre partite in sei giorni, calendario difficile: "Si dice che lamentarsi non faccia bene e sappiamo che, se alziamola voce, non abbiamo molto peso. Il calendario ormai è stato fatto e ne prendiamo atto, ma speravamo di essere trattati meglio in questa settimana ricca di impegni".

Bene in Tim Cup, bella risposta contro la Fiorentina - "Eravamo convinti che la partita con l'Atalanta fosse stato solo un episodio, però dovevamo dimostrarlo sul campo. Così abbiamo fatto a Firenze e dobbiamo continuare come abbiamo sempre fatto, mettendo in campo le prestazioni che ci hanno permesso di avere questa classifica". Organico Chievo: "So di poter contare su una rosa che si equivale come valori, infatti non è mai facile per me scegliere ogni partita chi mettere in campo. Le ultime due partite hanno detto che siamo andati in campo più o meno in 18, senza accorgerci che ci sono stati dei cambiamenti da una gara all'altra. Questo fa capire il valore di questa rosa e la difficoltà che ho io ogni volta nello scegliere chi far giocare e chi no. Siamo migliorati con il passare delle settimane, ma l'identità e lo spirito con cui affrontiamo le gara sono rimasti gli stessi rispetto a quella partita".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche