Occhio Juve, ti aspetta un mese da campioni

Serie A

Claudio Barbieri

paulo_dybala-getty

Dal Milan in Coppa Italia alla sfida degli ottavi con il Porto: 7 partite in 29 giorni per gli uomini di Allegri, che si giocano i tre obiettivi stagionali. Ecco come i bianconeri arriveranno all’appuntamento europeo del 22 febbraio

"I campionati si vincono a marzo e aprile". Parola di Gigi Buffon, uno che se ne intende, avendo conquistato sette scudetti in carriera. Vero però che anche gennaio e febbraio possono essere mesi decisivi per gli obiettivi di una squadra. La Juventus, con 7 partite in 29 giorni, si gioca Coppa Italia, un pezzo di campionato e uno di Champions. Dal 25 gennaio al 22 febbraio, ecco il tour de force dei bianconeri, con un indice di difficoltà per partita che varia da un minimo di una stellina a un massimo di cinque.

25 gennaio:  JUVENTUS-MILAN  (Coppa Italia) *****
Fin da luglio, Allegri ha sempre messo la Coppa nazionale tra gli obiettivi primari, visto che nessuna squadra l’ha mai sollevata per tre volte consecutivamente. Contro il Milan, rivincita dell’ultima finale di Roma, la Juve si è già scottata due volte in stagione: nell'1-0 in campionato dello scorso 22 ottobre firmato Locatelli e nella Supercoppa di Doha, persa ai calci di rigore. In gara secca tutto può succedere, anche se il Milan non vince a Torino dal 5 marzo 2011 (0-1, gol di Gattuso). 

29 gennaio: SASSUOLO-JUVENTUS (22° turno Serie A) **
Al Mapei Stadium, non dovrebbe esserci gara guardando i numeri: 24 punti a 48, 35 gol incassati a 16, quattordicesimo posto contro primo. Ma sappiamo che Allegri è allergico al suo ex Sassuolo, come dimostra il ko di tre anni fa che gli costò l’esonero al Milan o la sconfitta per 1-0 dell’ottobre 2015, unico tonfo della Juve contro i neroverdi in 7 precedenti. La squadra di Di Francesco ha colto 7 punti in 3 gare in questo 2017 ed è reduce da due vittorie di fila. Attenzione all’ex Matri (due doppiette consecutive) e al possibile futuro bianconero Berardi.

5 febbraio: JUVENTUS-INTER (23° turno Serie A) *****
"La Juve non è imbattibile". Bastano queste parole di Stefano Pioli per capire le ambizioni dell’Inter, che arriverà allo Stadium nel posticipo serale, partita da cinque stelle extra-lusso. I nerazzurri sono rinati sotto la cura dell’ex allenatore della Lazio: difesa ermetica (4 clean sheet nelle ultime 6 gare), centrocampo solido grazie all’innesto di Gagliardini e il jolly Icardi, che quando vede bianconero si scatena (7 gol in 8 partite contro la Juve). All’andata finì 2-1 per l’Inter in uno dei 4 ko in Serie A dei campioni d’Italia, che però allo Stadium vincono sempre (11 su 11, striscia aperta a 27). 

8 febbraio: CROTONE-JUVENTUS (18° turno Serie A) *
La partita dello Scida è il recupero della sfida del 22 dicembre, rinviata per l’impegno dei campioni d’Italia in Supercoppa. I calabresi, che hanno fin qui raccolto l’80% del proprio fatturato (8 punti su 10) in casa, non possono rappresentare un ostacolo importante per una squadra come la Juve. Vincere quel match sarà fondamentale, anche perché restituirà al campionato una classifica ‘reale’.  Sarà la prima volta che le due squadre si affronteranno in Serie A: nel 2006-07, con i bianconeri in B, le due gare finirono 3-0 e 5-0. 

12 febbraio: CAGLIARI-JUVENTUS (24° turno Serie A) **
Il posticipo del Sant’Elia è un match delicato. Finora i sardi, sull’isola, viaggiano a un ritmo invidiabile: 7 vittorie, un pareggio (il 2-2 contro la Roma) e solo due sconfitte. Certo, la mancanza di un obiettivo reale per una squadra che a metà febbraio è già salva potrebbe togliere pepe alla sfida, ma la Juve che sbarca in Sardegna è sempre un evento. Nei 35 precedenti a Cagliari, contiamo 14 vittorie bianconere, 12 pareggi e 9 sconfitte (l’ultima nel 2009, un 2-0 firmato Nenè e Matri).

17 febbraio: JUVENTUS-PALERMO (25° turno Serie A) *
L’ennesimo caos allenatori non aiuta certamente a mitigare una situazione sportivamente drammatica in Sicilia. I precedenti, inoltre, sorridono ai campioni d’Italia, che hanno una serie aperta con il Palermo di 9 vittorie consecutive tra casa e trasferta. I rosanero possono fare leva sull’ultimo trionfo a Torino, datato 23 settembre 2010: un 3-1 firmato da Pastore, Ilicic e Bovo. Si giocherà di venerdì per garantire ad Allegri qualche ora di riposo in più in vista della Champions.

22 febbraio: PORTO-JUVENTUS (Andata ottavi Champions League) *****
Ecco l’appuntamento chiave di questo ciclo di sette partite. Al Dragao i bianconeri sfideranno una squadra contro cui non hanno mai perso in Europa (2 vittorie e un pareggio), ma capace di raggiungere la fase ad eliminazione diretta della Champions per la settima volta negli ultimi 10 anni. Casillas e Andrè Silva (già 16 gol in stagione, di cui 5 in Europa) sono gli estremi di una formazione ostica ma sulla carta abbordabile, che la scorsa estate ha bruciato nei preliminari il sogno della Roma. Marzo e aprile (cit. Buffon) sono lì ad un passo: per alzare qualche trofeo è necessario arrivarci nel miglior modo possibile. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche