Sassuolo, Duncan: "Non sono ancora al 100%"

Serie A
alfred_duncan_sassuolo_getty

Il centrocampista neroverde ha fatto il punto sulla stagione sua e della squadra nella conferenza stampa che ha intervallato le sedute di allenamento: "Ho saltato la Coppa D’Africa ma il Ghana può fare bene anche senza di me; qui ora c'è più bisogno"

Dopo lo stop contro la Juventus nell'ultimo turno, il Sassuolo di Eusebio Di Francesco continua a lavorare sul campo dello Stadio Ricci per preparare il prossimo impegno di Serie A. Per la giornata odierna era in programma una doppia seduta in vista della sfida in programma domenica contro il Genoa; i calciatori sono stati divisi in due gruppi al mattino e hanno potuto così alternare un lavoro di forza in palestra a uno di trasformazione sul campo con esercitazioni tecniche e tattiche, come riporta il sito della stessa società emiliana. Nel pomeriggio, poi, i neroverdi si sono spostati sul sintetico di San Michele e li hanno svolto un lavoro di attivazione con la palla, giochi di posizione a campo ridotto, sviluppo della manovra e infine una partitina a tema seguita dalla classica partitella finale su metà campo. Simone Missiroli ha svolto ancora una seduta differenziata, per domani è in programma un allenamento nel pomeriggio.

Le parole del centrocampista - Tra una seduta l’altra, il centrocampista Alfred Duncan si è presentato in sala stampa per rispondere alle domande dei giornalisti nella conferenza di metà settimana. Dal suo stato di forma agli obiettivi, passando per le aspettative in vista del prossimo match. Queste le parole della calciatore classe 1993: "Sto bene ma visto che manco dal campo da un po' di tempo non sono al 100% per quanto riguarda la condizione fisica. Credo però di essere già migliorato in queste due settimane anche se ce ne vorranno ancora un paio per arrivare al top. In Coppa Italia ho fatto novanta minuti, ho saltato la Coppa D’Africa ma penso che la mia nazionale sia ben organizzata e possa fare bene anche senza di me; il Sassuolo ora ha più bisogno e io devo recuperare al meglio. Rimanere in Italia è stata una scelta intelligente ma spero ovviamente che il Ghana vinca il torneo perché è da quasi trentacinque anni che non succede. Sarebbe bellissimo".

"Vogliamo fare più punti possibili"
- "Domenica affronteremo in Genoa, tutte le partite sono difficili E noi siamo reduci dalla sconfitta contro una grande squadra come la Juventus. Vogliamo subito tornare a fare punti. L’obiettivo della squadra rimane sempre quello di fare più punti possibili, purtroppo dopo lo straordinario percorso fatto l'anno scorso, che ci ha permesso di raggiungere l'Europa League, siamo stati penalizzati da tanti problemi fisici. Io e Berardi non siamo riusciti a giocare in Europa e questo è un peccato, mi è mancato quello e anche il campionato. Mercato? La prima parte di questa annata è andata storta, le cose non sono andate come avevamo previsto, ed è giusto che nessuno sia andato via; dobbiamo rimanere tutti qui riuniti per finire al meglio la stagione. Noi scendiamo in campo per dare tutto a prescindere dal modulo, sono decisioni che spettano all’allenatore", ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche