Crotone, Nicola: "Bravi a non perdere la testa"

Serie A
nicola_crotone_getty

L’allenatore del Crotone Davide Nicola analizza la sconfitta con la Juventus: "Bravi a resistere per un tempo, dopo il gol non abbiamo perso la testa. Abbiamo fatto la nostra partita. Salvezza? Dobbiamo crederci"

Strategia Crotone - Un Gratta e Vinci che non ha portato fortuna al Crotone. Bonus sprecato, per usare le parole di Davide Nicola alla vigilia del match, ma contro la Juventus non c’è stato nulla da fare per la formazione rossoblù. Che pure ha retto per 45 minuti, poi le reti di Mandzukic e Higuain a tingere di bianconero il match dello Scida. "La forza della Juventus non la scopriamo certamente noi, si tratta di una squadra che fa parecchi gol e anche con facilità contro qualsiasi avversario. La nostra strategia è stata quella di fare densità e provare a chiudere le traiettorie di passaggio, cercando di ripartire: ecco forse è mancata qualità nelle ripartenze. I ragazzi hanno fatto la partita che dovevano fare, cercando di rendere difficile la vita alla Juventus", le parole dell’allenatore del Crotone Davide Nicola.

L’analisi di Nicola - Allenatore del Crotone che prosegue nella sua analisi del match. "La squadra ha resistito per un tempo, il ritmo della Juventus è stato più basso rispetto al solito perché non gli abbiamo permesso di giocare in velocità: quella bianconera è una squadra che costruisce una serie di passaggi per poi attaccare la profondità, noi abbiamo resistito per un tempo. Queste partite si possono portare a casa fino a quando avversari di questo livello non trovano il gol, poi magari si rischia di perdere la testa, disunirsi  e subire un passivo pesante. Noi invece siamo stati in partita fino all’ultimo per quelle che erano le nostre possibilità", le parole di Nicola.

Credere nella salvezza - Allenatore del Crotone che continua a credere nella salvezza, nonostante l’ennesima sconfitta stagionale. "Abbiamo un calendario difficile, un tour de force. Atalanta, Roma: i giallorossi non sono di certo inferiori alla Juventus, nonostante qualche punto in meno in classifica. Guardare il calendario a noi comunque non serve: noi vogliamo raggiungere un sogno salvezza e ci dobbiamo credere, perché crederci vuol dire trasmettere valori. Noi siamo una realtà particolare, ma non è scritto in nessun posto che non possiamo ottenere la salvezza. Alla fine faremo i conti", ha concluso Nicola.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche