Napoli, la certezza di Sarri si chiama Mertens

Serie A

Maurizio Sarri dovrà gestire, dosare e sfruttare la rosa nel miglior modo possibile. Come un rebus da risolvere in 11 giorni. Quattro partite importantissime: Atalanta, Juventus, Roma e Real Madrid

L'unica certezza al momento è il ritorno di Dries Mertens dal primo minuto. Numeri alla mano, il miglior attaccante del Napoli perché alla vigilia del ciclo verità Maurizio Sarri dovrà innanzitutto gestire, dosare e sfruttare la rosa nel miglior modo possibile. Come un rebus da risolvere in 11 giorni.

Quattro partite, la prima con l'Atalanta con tanti dubbi di formazione e la certezza Mertens, mai in discussione, ci mancherebbe, se non nel post partita di Madrid, tirato in ballo dal presidente Aurelio De Laurentiis. A riposo contro il Chievo, ora di nuovo in campo. Bisognerà capire in quale posizione però: al centro dell'attacco, dove ha prodotto gran parte dei 16 gol realizzati fino a ora, o di nuovo sulla sinistra al posto di Lorenzo Insigne, in questo momento il giocatore più in forma del gruppo.

Un bel grattacapo verrebbe da dire, quasi una partita a scacchi per il Napoli di Sarri dove la prima mossa potrà determinare l'esito di una partita, questa volta lunga 360 minuti. Atalanta, Juventus, Roma e Real Madrid: la filastrocca che i tifosi hanno ormai imparato a memoria. Il futuro azzurro, almeno per questa stagione, in poco meno di due settimane ma comunque nella mani di Sarri. Sarà lui a fare la prima mossa, anzi le prime scelte non semplic,i pensando alla sorprendente Atalanta.

Il turn over è una necessità, non certo una filosofia di vita per l'allenatore che potrebbe prevedere almeno un cambio per reparto. In difesa, i dubbi sull'impiego di Kalidou Koulibaly, in diffida e quindi a rischio per la partita con la roma, a centrocampo il ballottaggio tra Piotr Zielinsky e Marko Rog, e in attacco la riflessione su Insigne: 22 partite di fila ma soprattutto decisivo come mai prima d'ora.  Al suo posto forse Leonardo Pavoletti con Mertens nella versione ritorno all'antica, cioè a sinistra. Un bell'incastro, anzi una partita a scacchi, per Sarri, da giocare e vincere in quattro mosse.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche