Deulofeu: "Al Milan sono felice. Futuro? Vedremo"

Serie A
Gerard Deulofeu, attaccante del Milan in prestito dall'Everton (getty)
deulofeu_milan_getty

L'attaccante ha parlato dal ritiro della nazionale spagnola: "Il Milan mi ha cercato fin da subito, non avuto dubbi a scegliere i rossoneri". Sul futuro: "Sono in prestito dall'Everton e il Barcellona ha un diritto di recompra, ma non voglo pensare oltre"

Quello che coinvolge Gerard Deulofeu è già il primo intrigo del mercato che verrà. Rivelazione al Milan, di proprietà dell’Everton e adocchiato dal Barcellona, che per 12 milioni in estate potrebbe riportarlo dove è cresciuto. Intanto, in campo, il classe 1994 sta facendo faville e in appena una manciata di settimane si è guadagnato anche la convocazione della nazionale spagnola. Un gol e tre assist nelle sue prime nove partite in Serie A: Montella ringrazia. “Sono molto felice per come è cominciata la mia avventura al Milan”, ha detto Deulofeu in conferenza stampa dal ritiro della Spagna. “Sto lavorando molto bene e spero di continuare a farlo anche in nazionale. Voglio proseguire così: ora sono più intelligente, più regolare e ho più dedizione durante l’allenamento”. Con i rossoneri amore a prima vista: “Il Milan si è interessato a me dal primo giorno e non ho avuto dubbi. Ho avuto difficoltà a lasciare l’Everton, certo, ma al Milan mi hanno trattato bene sin da subito e mi hanno fatto sentire a mio agio: per me questo è importante. Posso ancora migliorare, ma mi hanno dato tanta fiducia”.

Futuro e nazionale - Come detto, il futuro del talento scuola Barça è più incerto che mai: “Mi aspettavo questa domanda (ride)”, ha continuato in conferenza Deulofeu. “È bello sentire certe cose, ma i giocatori devono pensare solo al presente, altrimenti si può perdere la testa. Il futuro si vedrà: ho imparato a lasciarmi le spalle il passato e vivere il presente, penso solo a questo. Il futuro arriverà, pensarci può portarti sulla strada sbagliata. Al momento sono in prestito al Milan, sono di proprietà dell'Everton e il Barça ha un'opzione di recompra: ma non voglio pensare oltre, farei un errore”. Sul ritorno in nazionale: “Sono molto contento e sinceramente mi ha sorpreso un po', anche se ero nei pre selezionati. Sono felice anche perché sto giocando ad un buon livello. Ora cerco regolarità e spero di avere minuti a disposizione. È sempre un orgoglio far parte della spedizione, mi piacerebbe aiutare la squadra”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche