Immobile: "Lazio, Mondiali, Tim Cup. Voglio tutto"

Serie A
Ciro Immobile, attaccante della Lazio e della Nazionale (Lapresse)
immobile_italia_lapresse

Sogni, obiettivi e non solo: "Voglio vincere la Coppa Italia con la Lazio e arrivare ai Mondiali di Russia". L'attaccante biancoceleste e della Nazionale si racconta al Corriere dello Sport: "Io e Belotti amici veri, inseparabili. Se non dovessi vincere la classifica di capocannoniere, spero ci riesca lui"

L'ambizione prima di tutto: "Mondiali, Tim Cup e la Lazio, voglio tutto!". Così Ciro Immobile, 17 gol in campionato coi biancocelesti e titolare dell'attacco azzurro insieme a Belotti: "Rivali? No, c'è intesa! Siamo amici". Attraverso un'intervista concessa al Corriere dello Sport, l'ex centravanti del Torino (capocannoniere con Ventura nel 2014), ha parlato dei suoi obiettivi.

"Io e Belotti inseparabili" - Nessuna rivalità, Immobile parla del suo rapporto con Belotti: "Io e il Gallo siamo inseparabili, dividiamo la camera, facciamo tutto insieme! Se ci tocca fare la criosauna, per fare un esempio, arriva anche lui. Ecco, tranne che in bagno... siamo indivisibili. Qui come a Torino, l'intesa è nata lì. Nessun invidia, nessuna rivalità, siamo amici e basta. Anche con gli altri, tipo Eder o Petagna. Cosa ruberei al Gallo? Il colpo di testa, è letale". Poi su Strakosha, prossimo avversario del'Italia con l'Albania e compagno di Immobile alla Lazio: "In settimana ci siamo punzecchiati, anche con Tare. Poi gli ho chiesto la formazione e non me l'ha data. Mi ha detto che ci daranno filo da torcere, io che faremo di tutto per batterli". Albania squadra ostica: "E' ben allenata, la stiamo studiando. Il nostro 90% non basterà".

"Dai mondiali alla Coppa Italia: voglio tutto" - Immobile parla dei suoi obiettivi e del suo momento con la Lazio: "All'inizio non eravamo favoriti, c'era un bel casino con Bielsa. Poi, da quando Inzaghi è stato confermato, è tornato tutto a posto. L'arrivo di Peruzzi, il presidente Lotito e Tare dietro le quinte hanno fatto il resto. In ritiro abbiamo lavorato bene, ora stiamo andando alla grande. E io già allora avevo fiducia in quel che stavo facendo". Parola di Ciro, poi sugli obiettivi: "Sono due step importanti per me, ci mancano due partite per vincere la Coppa Italia e ancora tante partite per raggiungere la Russia. Bisogna vincere con la Nazionale e non sarà semplice, stesso discorso per la Lazio. Dobbiamo disputare un gran derby e ripetere la stessa prestazione dell'andata per eliminare la Roma, è una squadra molto forte".

Sulla stagione - "Sto vivendo un grande momento - dice Immobile - quando sono arrivato a Roma, in estate e a 27 anni, non venivo da un periodo molto semplice. Quello che è successo serviva a me e alla Lazio, che sta facendo un campionato importante. E io, con cuore e testa umili, so di avere una grande responsabilità. Me la prendo in pieno". Cosa manca alla Nazionale? "Florenzi! E' un po' pazzerello, spero si riprenda presto e che torni con noi". Poi sul campionato: "Io sono a 17 e gol, sono in scia. Non mollo, anche se gli altri corrono. Ma se non dovessi vincere il titolo di capocannoniere spero che vinca Belotti". Questione di amicizia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport