Derby, maxi-recupero: perché Orsato ha ragione

Serie A

Lorenzo Fontani

Nel derby di San Siro i rossoneri beneficiano del prolungamento di un lungo recupero trovando il gol del 2-2 certificato dalla goal line technology. Orsato ha cronometrato 6 minuti oltre il 90°, aggiungendo altri 30" per l’infortunio di Nagatomo

Dopo la beffa del rigore subito contro la Juve, stavolta il Milan beneficia del prolungamento di un recupero e trova il gol del 2-2 nel derby (certificato dalla goal line technology).

Cosa è successo esattamente?
Al termine della gara Orsato ha concesso 5 minuti di recupero, regolarmente indicati dalla lavagna luminosa. Ma allo scadere del 90° il gioco era fermo e doveva riprendere con una rimessa laterale. La contestuale sostituzione di Candreva con Biabiany ha fatto perdere un ulteriore minuto e dunque il recupero è diventato di 6 (Orsato ha fatto capire chiaramente che i 5’ sarebbero iniziati dalla ripresa del gioco). 6 minuti ai quali l'arbitro ha poi aggiunto altri 30 secondi per l’infortunio di Nagatomo.
Totale - nel secondo tempo - 51 minuti e 30", con prolungamento comunicato alle panchine attraverso il 4° uomo. A 51'20" il Milan conquista il calcio d'angolo: a quel punto prassi vuole che - se chi deve battere l'angolo non perde tempo - gli si conceda di giocare i 10 secondi rimanenti. Ne bastano 8 per il gol del pareggio rossonero.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport