Spalletti: "Ora dobbiamo difendere il 2° posto"

Serie A
Luciano Spalletti, allenatore della Roma (fonte Getty)

I giallorossi pareggiano 1-1 all'Olimpico contro l'Atalanta e Spalletti si arrende: "Rischiano di essere due punti buttati e basta, contro queste squadre bisogna vincere. La stagione non è da buttare ma non è neanche positiva, qualcuno se ne assumerà la responsabilità alla fine". Szczesny: "Sicura la vittoria della Juve, la Roma deve andare in Champions"

La Roma non va oltre il pareggio contro l'Atalanta, perdendo due punti preziosi. La Juventus scappa a +8, il Napoli questa sera avrà invece la possibilità di accorciare a -2 dai giallorossi. Corsa scudetto chiusa? Ora i bianconeri sono davvero lontani. E le parole di Luciano Spalletti sono una dimostrazione di resa: “Questi rischiano di essere due punti persi e basta – ha dichiarato al termine della gara l’allenatore giallorosso - Contro queste squadre in casa bisogna vincere ma se non ci riesci bisogna fare di tutto per vincere la prossima. Noi abbiamo grandi potenzialità, anche aver cambiato spesso formazione e modulo forse non ci ha aiutato a trovare quei meccanismi che le squadre che giocano sempre allo stesso modo hanno collaudati. Vincere lo scudetto a Roma equivale a vincerne dieci altrove? Questo non lo so. A Roma ho avuto la possibilità di lavorare, ci ho messo tutto me stesso. Poi alla fine tireremo le somme”. Insomma, Spalletti alza bandiera bianca e si arrende allo strapotere della Juventus. Tuttavia, però, non parla di stagione da buttare. “Per ora non è né un risultato negativo né un grande risultato – spiega l’allenatore giallorosso – perché siamo usciti dalle due coppe. Alla fine qualcuno dovrà prendersi le proprie responsabilità. Complimenti ad Allegri? Ha gestito al meglio la situazione. Vincere con i giocatori forti è difficile, questo vuol dire che gli vanno dati meriti a lui oltre che ai calciatori”. 

Alla fine alla Roma non è bastato un ottimo secondo tempo per battere l'Atalanta. E Spalletti è critico con i suoi per quanto riguarda la gestione del primo tempo: "Nel calcio succede anche questo, quando le cose non ti riescono provi a farne di più - prosegue - Quindi non viene fuori il gioco, la qualità di squadra e questo avvantaggia chi difende. Se la palla è ferma, la squadra avversaria generalmente è ordinata. E quest’oggi abbiamo girato lentamente la palla. Nel secondo tempo è stata tutta un’altra storia, abbiamo avuto maggior fluidità ed avremmo meritato anche qualcosa in più". 

 

Szczesny: "Ora difendiamo il secondo posto"

Volto amareggiato e tanto dispiacere. Al termine della partita Wojciech Szczesny è parecchio deluso per il risultato di Roma e Atalanta ed è anche critico con la squadra: "Il primo tempo l’abbiamo completamente sbagliato - ha commentato il portiere polacco - Loro sono stati molto più forti noi. Nel secondo tempo siamo migliorati, ma non abbastanza per vincere la partita. Abbiamo quasi meritato la vittoria ma non è bastato, è un risultato difficile da accettare". La Juventus allunga di altri due punti il suo vantaggio sulla Roma. Addio sogni di gloria, quindi, i giallorossi dovranno ora difendere il secondo posto dall'attacco del Napoli: "Sì, a questo punto è così. Noi dobbiamo fare il nostro e provare a vincerle tutte ma, con questi risultati, la vittoria della Juventus è cosa sicura. Ma il secondo posto deve essere nostro, la Roma deve andare in Champions League". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche