Dal "no" al Liverpool al primo gol in A: il Chievo scopre Bastien

Serie A
bastien_getty

L'anno scorso rifiutò il Liverpool per giocare nell'Avellino, ora segna la sua prime rete in Serie A: tuttocampista, talento classe '96. Per tutti "Sam". Maran scopre Bastien, dal paragone con Tielemans ai consigli di papà

I suoi compagni lo chiamano “Sam”. E’ così da sempre, fin dalle origini: dal giorno in cui il papà – insegnante di religione – lo portò a campetto del Namur: “Questo è mio figlio, è bravino”. Presto se ne accorsero tutti. E oggi, qualche anno dopo, se ne accorge pure la Serie A: “Ringrazio la mia famiglia per avermi sempre sostenuto, questo gol è dedicato a loro”. Soggetto: Samuel Bastien. Scenario: prima rete in Serie A con la maglia del Chievo Verona. Soddisfazione enorme per chi, circa un anno fa, aveva difficoltà a giocare in Serie B con l’Avellino. Parola dei genitori, papà Patrick in prima fila: “E’ ancora giovane, se vuole migliorare ha bisogno di giocare”. Primi mesi di assestamento e poi… titolarissimo. E pensare che la famiglia era pronta a riportarlo a casa: “Il suo prestito è stato ufficializzato il 31 di agosto, ma un po’ mi dispiace che non sia rimasto in Belgio a terminare il percorso scolastico”. Tutta “colpa” del presidente Taccone, uno “che l’ha voluto fortemente” e che per una stagione se l’è goduto lì al Partenio, con 31 presenze e 2 reti. Stella in rampa di lancio. Ora? Ora il Chievo, che in estate l’ha preso dall’Anderlecht a titolo definitivo. Puntandoci molto. Maran l’ha preservato, gestito, anche coccolato. Dall’esordio con la Roma fino al Genoa. Rising star. 

🙏🏾💪🏽

Un post condiviso da Samuel Bastien (@samuelbastien28) in data:

Dal Liverpool al paragone con Tielemans

Vittoria importante e salvezza aritmetica per il Chievo: “Sono qui per aiutare la squadra – ha dichiarato Bastien su Sky Sport a fine partita - se il mio gol è servito a centrare il traguardo di inizio stagione sono ancora più contento”. L’obiettivo è migliorare: “Voglio crescere qui al Chievo!”. Compagni speciali poi: “Dedico il gol anche a Meggiorini ovviamente”. Classe ’96, tuttocampista moderno come da lui stesso dichiarato: “Posso ricoprire tutti i ruoli del cetrocampo”. Ma se lo metti lungo la trequarti ottieni il massimo: “E’ il mio ruolo”. Anderlecht, dicevamo. Nel mezzo anche l’esordio in Pro League contro il Mekelen, salvo poi conquistare un secondo posto al Torneo di Viareggio e un bel percorso in Youth League. Un classico numero 8 che aveva colpito pure il Liverpool, ma che nonostante l’offerta dei Reds ha preferito la Serie B: “Bastien ha scelto l’Avellino dopo aver letto la storia della società, si è convinto nonostante avesse offerte anche dal Liverpool, dal Siviglia e dal Benfica”. Parola di Taccone. Bastien ammira Hazard e Nainggolan, è un tipo tranquillo e ha grilli per la testa, il Chievo l'ha preso per circa 4 milioni. Per tutti, in Belgio, era considerato il nuovo Tielemans, talento che oggi intriga mezza Europa. Lui, però, è semplicemente Samuel Bastien. Per tutti “Sam”. Gioiello del Chievo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche