Empoli, shock Mchedlidze: colpito da un pugno dopo lite coi tifosi

Serie A
Levan Mchedlidze, attaccante dell'Empoli (Getty)
levan_mchdedlize_getty

L'attaccante georgiano - dopo la sconfitta contro il Sassuolo per 3-1 - si trovava in macchina e stava parlando con alcune persone quando è stato colpito in piena faccia. E tra i tifosi azzurri è scoppiato un parapiglia...

Situazione tutt'altro che tranquilla in casa Empoli, sia in campo - dove la squadra di Martusciello ha perso in casa contro il Sassuolo - che fuori, tra i tifosi. Perché se la partita è andata male, ciò che è successo dopo è ancora peggio. Chiedete a Levan Mchedlidze (attaccante georgiano, autore di 6 reti in questa stagione), che dopo il match contro i neroverdi è stato aggredito da un sostenitore azzurro con un pugno in piena faccia. Ricostruiamo l'accaduto: l'auto del giocatore, dopo la partita, viene fermata in Via Guido Monaco da alcuni tifosi. Non è la prima volta: spesso i protagonisti delle partite si fermano a parlare con i sostenitori. Per spiegare la situazione, capire (Mchedlidze, tra l'altro, era anche infortunato). Stavolta la situazione è precipitata, complice anche un momento negativo tutt'altro che semplice: l'attaccante riceve un pugno in faccia e viene allontanato dai presenti che hanno assistito alla scena. Per la strada, però, scoppia un parapiglia tra gli stessi tifosi azzurri: i "difensori" di Mchedlidze contro quelli che gli hanno sferrato un pugno. Situazione allarmante in casa Empoli. La polizia infine, una volta arrivata sul posto, ha riportato tutto sotto controllo. Ma ciò che è accaduto resta molto grave. E ad avere la peggio è stato proprio l'attaccante azzurro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport