Napoli, Sarri: "Voto altissimo". Mertens: "Ripartiamo dai record"

Serie A
Maurizio Sarri, allenatore del Napoli (fonte Getty)

L'allenatore azzurro: "Non abbiamo grandi rimpianti, abbiamo fatto un percorso dove siamo migliorati notevolmente. Abbiamo avuto un mese di flessione, quando abbiamo perso Milik e Albiol ed abbiamo impiegato alcune gare per ritrovare certi equilibri. Ma alla squadra do un voto altissimo". Mertens: "Ripartiamo da questi numeri"

Ci aveva creduto il Napoli, secondo in classifica fino al 90’ di Roma-Genoa. Poi il gol di Diego Perotti a rispedire indietro gli azzurri, nonostante l’ennesima grande vittoria della squadra di Maurizio Sarri. Non sono bastati i quattro gol segnati alla Sampdoria per guadagnarsi l’accesso diretto ai gironi di Champions League, né gli 86 punti con i quali il Napoli ha finito il campionato.

"Pagato un mese di flessione"

E, al termine di questa stagione, Maurizio Sarri ha parlato così: "Non abbiamo grandi rimpianti, abbiamo fatto un percorso dove siamo migliorati notevolmente nel girone di ritorno – ha detto l’allenatore azzurro a Sky Sport - Alla squadra do un voto altissimo. Direi che ho un gruppo che crede in quello che fa, ottenendo risultati incredibili. Sono contento, li ho visti crescere parecchio. Abbiamo avuto un mese di flessione, quando abbiamo perso Milik e Albiol ed abbiamo impiegato alcune gare per ritrovare certi equilibri. A volte abbiamo fatto 1-1 in gare dove abbiamo avuto tante palle gol, sbagliando qualcosa, ma subendo anche episodi sfortunati. Siamo contenti di quello che stiamo facendo perché abbiamo la sensazione che stiamo crescendo a livello di qualità e mentalità. Anche oggi che avevamo poche possibilità di secondo posto la squadra è scesa in campo determinata".

"Secondo posto? Ci credevo poco"

Sfumato, quindi, il secondo posto: "Ci avevo creduto poco – spiega Sarri – perché sapevo che la Roma sarebbe andata all’arrembaggio contro una squadra salva. Al preliminare non ci abbiamo ancora pensato, non abbiamo esperienza in questo senso. Faremo carichi di lavoro meno elevati, cercando di capire quanto si possa pagare nel medio periodo". 

Mertens: "Ripartiamo da questi numeri"

Aveva due obiettivi quest’oggi Dries Mertens: quello di superare la Roma al secondo posto e quello di sorpassare Edin Dzeko in vetta alla classifica cannonieri. Il belga non ce l’ha fatta, nonostante una stagione fantastica dal punto di vista personale. Ben 28 gol in campionato, 34 totali considerando anche i cinque in Champions League e quello alla Juventus in Coppa Italia. Alla fine, però, c’è grande amarezza nelle sue parole. “E’ difficile sorridere dopo una giornata così – ha dichiarato Dries Mertens - Ci abbiamo creduto, abbiamo giocato fino alla fine provando a fare di tutto. La cosa positiva è che ritorniamo a Napoli con il record di punti, con il miglior attacco e con tanti altri numeri importanti. Dobbiamo prenderci questo per il prossimo anno e dobbiamo crederci”.

De Laurentiis: "Stagione straordinaria"

Non poteva mancare il messaggio conclusivo di Aurelio De Laurentiis. Non è arrivato il secondo posto, ma il presidente azzurro ha comunque apprezzato il lavoro di Maurizio Sarri e della squadra, come scritto subito dopo la partita con la Sampdoria su Twitter: "Una stagione straordinaria! Ringrazio tutti, tifosi, allenatore, staff, calciatori, dirigenti e collaboratori. Bravi tutti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport