Lotito: "Inzaghi non è mago Merlino. Rafforzerò la squadra"

Serie A
Lotito su Inzaghi: "Non è mago Merlino" (Foto Getty)
lotito_Inzaghi_getty

Il presidente biancoceleste frena gli elogi sul suo allenatore: "Ha fatto risultati con una squadra di qualità che in estate rafforzeremo". E sul nuovo stadio afferma: "Non sarà il Flaminio perché non produce reddito". Tare: "Il rinnovo di Inzaghi è in cassaforte"

"Inzaghi non è diventato mago Merlino che risolve tutti i problemi". Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, smorza l'entusiasmo per il lavoro fatto dal suo allenatore e fissa gli obiettivi in vista di questa sessione di mercato:"Io non devo accontentare nessuno. Inzaghi ha fatto degli ottimi risultati con una squadra di qualità. È chiaro che non vogliamo indebolirla ma rafforzarla".

"Stadio della Lazio? Non sarà il Flaminio"

Il patron biancoceleste ritorna poi sull'argomento stadio: "Il Flaminio non diventerà lo stadio della Lazio. Lo stadio deve far crescere risorse ed essere un punto di riferimento. Capisco che la passione, i sentimenti e la storia hanno un significato e nessuno le vuole disperdere, ma è altrettanto vero che noi dobbiamo produrre dei risultati economici e non debiti. Come dissi 13 anni fa all'amministrazione comunale di Roma non si può costruire un castello nel deserto, noi dobbiamo avere una struttura che produca reddito. Lo stadio, che è il cuore della società sportiva, va costruito in periferia come successo per lo Stadio Olimpico nella sua epoca. Questo per tre ordini di motivi: per la viabilità, i parcheggi e infine per la sicurezza. Per il Flaminio ci sono proprio questi problemi e in più quello del risultato economico perché il processo di valorizzazione non c'è. Noi vorremmo avere un'attività commerciale aperta 360 giorni l'anno come sta facendo la Juve. Il Flaminio ha una serie di limiti ambientali e normativi, non si può fare la copertura e si dovrebbe andare allo stadio con l'ombrello".

"Pallotta andrà via senza stadio? La mia presidenza è di cuore"

"Se la Roma come mi auguro andrà avanti con lo stesso progetto, lo fara' anche la Lazio - aggiunge Lotito a margine della presentazione del report del calcio presentato dalla Figc -. Mi auguro di avere lo stesso trattamento dall'amministrazione. Pallotta ha detto che senza lo stadio andrà via? Io sono italiano e ci tengo a dire che la mia presidenza è di cuore. Sono stato sempre tifoso della Lazio e fare il presidente della squadra del cuore è la cosa più bella. Io non faccio i diktat. Quando e dove si farà lo stadio della Lazio? Per ora sto fermo perché voglio vedere che fine fanno le altre cose, ho sempre fatto da apripista io. Nel momento in cui sarà varato (lo stadio della Roma, ndr) è giusto che anche l'altra squadra abbia le stesse condizioni. I tifosi devono avere tutti lo stesso trattamento né si possono avere scorciatoie come il Flaminio. Dal punto di vista passionale lo condivido - conclude Lotito - ma da quello pratico no".

Tare

Tare: "Rinnovo Inzaghi in cassaforte"

Il direttore sportivo, Igli Tare, non ha invece dubbi sul prolungamento di contratto di Simone Inzaghi: "Il suo rinnovo è in cassaforte. Altri tre anni? Penso di si". L'attuale accordo con l'allenatore prevede la scadenza nel 2018. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport