Lazio, Filippini: "Serie A? Non mollo, aspetto una chance. Auronzo..."

Serie A
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio (Getty)
inzaghi_getty_738x462

A tutto Filippini sul Corriere dello Sport, il terzino biancoceleste vorrebbe rimanere: "Spero in un'occasione. La merito, prima o poi arriverà, magari come successo a Lombardi - racconta il classe '95 - lui stava peggio di me, giocava in Lega Pro, ha avuto un’opportunità e l’ha sfruttata alla grande"

Bari, Cesena, Virtus Entella e... ora la Lazio? "Ci spero!". Lorenzo Filippini, terzino classe '95 di proprietà dei biancocelesti, vuole un'occasione dopo i tanti prestiti in giro per l'Italia. Ancora sotto contratto con la Lazio, spera di andare nel ritiro di Auronzo di Cadore insieme a Simone Inzaghi, l'allenatore che l'ha cresciuto nelle giovanili: "Grande tecnico, molto preparato". Attraverso un'intervista concessa al Corriere dello Sport, Filippini ha parlato così. 

"Voglio restare alla Lazio"

Così Filippini: “Per un ragazzo i prestiti possono essere formativi, però non so quanto aiutino il calciatore: non è facile imporsi dove tendono a valorizzare i giovani di proprietà. Le colpe sono da condividere, potevo fare sicuramente di più. Non mollo, aspetto la mia occasione. La merito, prima o poi arriverà e me lo sento, magari come successo a Lombardi, lui stava peggio di me, giocava in Lega Pro, ha avuto un’opportunità e l’ha sfruttata alla grande”.

"Inzaghi persona seria"

Filippini parla del suo rapporto con Simone Inzaghi: "Gli faccio i complimenti per l’annata e per come ha preparato i derby. È una persona straordinaria, sa tenere un gruppo, ha una fame di calcio incredibile e la trasmette a tutti. Il mio obiettivo? Spero di essere aggregato per il ritiro di Auronzo, poi valuteremo con la società: non so se avrò una possibilità qui o se partirò di nuovo”. Un pensiero sulla finale del Campionato Primavera del 2013, vinta contro l'Atalanta di Conti, Caldara e Gagliardini, tutti e tre all'Europeo in Polonia: “Ci ripenso sempre. Li abbiamo sconfitti nettamente: ora loro vengono venduti a fior di milioni, noi non abbiamo avuto la stessa sorte. Ci vuole anche un pizzico di fortuna. Sono stati bravi, forse anche aiutati…”. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport