Inter, Spalletti: "Vittoria che ci fa crescere. Perisic un leader"

Serie A
Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter

L'allenatore nerazzurro dopo il 2-0 di Crotone: "Abbiamo avuto una mentalità vincente, questo adattamento è fondamentale per la nostra crescita". Su Perisic: "È un leader, fa cose che sono impressionanti. Handanovic? Ha dimostrato di essere da Inter"

Quattro su quattro: l'Inter di Luciano Spalletti continua la sua marcia in campionato. Tre punti conquistati - seppur con diverse difficoltà - anche sull'ostico campo del Crotone: a firmare il 2-0 dello Scida Milan Skriniar e Ivan Perisic, decisivi nel finale di gara. "Vittoria dal significato importantissimo. Siamo una squadra in costruzione e dobbiamo crearci una mentalità solida, dobbiamo adeguarci a realtà in cui è difficile giocare come quella di oggi", ha detto l'allenatore nerazzurro nel post partita. "Questo adattamento è fondamentale per la crescita. Ho trovato la mia squadra migliorata: nel secondo tempo abbiamo anche giocato bene". Perisic tornato protagonista: "Non ho toccato con lui delle corde in particolare: le grandi squadre ragionano così, sono pronte a farsi carico delle difficoltà dei compagni. Lui è un leader, si fa vedere, gestisce palla, la rende giocabile. Ha fatto dei rientri da 50 metri in queste partite che sono impressionanti".

"Handanovic da Inter. Icardi? Si è sacrificato"

Su Handanovic, Spalletti sicuro: "Ha dimostrato di essere un portiere da Inter oggi, è stato bravo. La squadra è stata viva dal 1' al 90'. All'inizio provavamo a costruire per sfruttare l'uomo in più a centrocampo, i terzini dovevano andare più alti degli esterni. C'era da trovare un grande equilibrio e da essere reattivi, e l'abbiamo fatto: è questa la crescita di squadra. Bisogna saper attendere il momento giusto, concedere poco. Icardi è stato cercato e ha giocato poco nel primo tempo. Se qualche volta però gli dai palla oltre la linea difensiva e li costringi ad arretrare, li metti in difficoltà. Quando ci pressavano, anche Mauro è venuto indietro, a metà strada, perchè i centrocampisti devono poterlo trovare tra le linee, ed era lì che dovevamo prendere vantaggio". L'Inter dei giovani: "Stiamo creando dei problemi alla Primavera avendo preso Vanheusden, per cui complimenti a Vecchi per la vittoria di oggi nel derby".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche